,

Come scegliere la banda wi-fi migliore

La connessione wi-fi è lenta o si disconnette? forse dipende dalla larghezza di banda. Scopriamo assieme come configurarla

Acquistando un router wi.fi di ultima generazione troveremo spesso la dicitura “300 Mbps” , ovvero la velocità che possiamo ottenere con la connessione senza fili a 2,4 GHz.

una volta installato e configurato il dispositivo ci accorgiamo però che la velocità di trasferimento è abbastanza lenta e presenta a volte delle disconnessioni spontanee, in particolare sui dispositivi dotati di adattatore wi-fi quindi non integrato.

Quello che andremo a modificare è la larghezza di banda che in molti utenti non guardano mai, ritrovandosi così una rete piena di interferenze.  Utilizzando quindi un router che opera sulla frequenza 2,4 GHz con il protocollo N (il più veloce su questa frequenza) ci troviamo a disposizione 13 canali da 20 MHz ognuno.

Molti router di default impostano il canale a 20 MHz, quindi otterremo una velocità massima di 144.5 Mbps, per ottenere una velocità maggiore dovremo far gonfiare il canale.

Lo standard IEEE prevede di poter utilizzare due canali uniti assieme solo in particolari condizioni di rete. In questo modo raddoppiando la larghezza del canale a 40 MHz potremo sfruttare i 300 Mbps.

Ampliare il canale significa raddoppiare le interferenze con le reti vicine. Per porre rimedio la IEEE ha introdotto un meccanismo di coesistenza sui 2,4 GHz per non disturbare le reti vicine.

Molti produttori di router si sono adeguati allo standard, non consentendo quindi di selezionare arbitrariamente i 40 MHz da parte degli utenti ma limitandosi ad un “Auto 20/40”. Se avete quindi la voce “Auto 20/40” il router utilizzerà i 40 MHz solo se i canali vicini solo “liberi”, altrimenti utilizzerà i 20 MHz per non danneggiare le reti vicine.

Visto come sono congestionate le reti sui 2,4 GHz utilizzare i 40 MHz senza avere problemi di interferenza e cadute di segnale è abbastanza utopistico. Saranno poche le volte in cui sfrutterete i 300 Mbps.

Quindi sulla frequenze a 2,4 GHz è meglio utilizzare i canali a 20 MHz. Se avete interferenze meglio cambiare canale facendo delle prove.

Se volete sfruttare maggiore velocità è ora di comprare un router che supporta la frequenza a 5 GHz dove i canali autorizzati per l’italia sono 19 e molti dei quali solo a basse potenze. in questo caso però dovete verificare se anche i  vostri dispositivi supportano la tecnologia a 5 GHz per poter rilevare la rete.

Scritto da Matteo Vismara

Tecnologicamente attivo, "addicted" a tutto ciò che si illumina e che produce codice binario, cresciuto a pane e tecnologia cercherò di tenervi informati sulle ultime novità spaparanzato su quel ramo del Lago di Como.

Commenti