,

I droni volano nei cieli inglesi

Amazon il colosso dell’ e-commerce festeggia la prima consegna effettuata con un drone.

Chi ha pensato che Amazon scherzasse quando ha annunciato che avrebbe utilizzato i droni per le spedizioni, dovrà ricredersi. L’azienda ha festeggiato a dicembre la sua prima consegna in piena regola, realizzata grazie a un drone.

È accaduto a Cambridge, Regno Unito, dove già dalla scorsa estate si erano effettuati numerosi test per simulare le consegne. Dopo soli 13 minuti dall’ordine effettuato via web il pacco è arrivato al suo destinatario volando ben ancorato al drone ad un’altezza da terra di circa 120 metri.

In rete Amazon ha festeggiato filmando tutta la consegna e procudendo un video per questo grande evento e traguardo.

Al momento, il servizio di consegne con i droni è disponibile solo per pochi fortunati utenti che abitano a pochi chilometri dal centro smistamento di Cambridge.

Naturalmente le condizioni urbanistiche nelle zone più densamente popolate e soprattutto le regolamentazioni degli spazi aerei di ciascun Paese costituiscono un freno non trascurabile al punto che sembra difficile pensare, almeno nel breve periodo, alla diffusione radicale di Prime Air in città come Londra o New York. Non sono inoltre da sottovalutare altre limitazioni e variabili che possono influire sul livello qualitativo del servizio che, secondo le indicazioni di Amazon stessa sarà disponibile soltanto in orario diurno e con condizioni di bel tempo.

Scritto da Matteo Vismara

Tecnologicamente attivo, "addicted" a tutto ciò che si illumina e che produce codice binario, cresciuto a pane e tecnologia cercherò di tenervi informati sulle ultime novità spaparanzato su quel ramo del Lago di Como.

Commenti