,

MacBook: Apple lavora sui chipset ARM

Apple starebbe sviluppando alcuni chipset speciali ARM da inserire nei futuri MacBook, affinchè lavorino assieme ai classici processori Intel.

E’ ormai da un po’ di tempo che si vocifera la possibilità dello sviluppo di un MacBook con chipset ARM.  Qualcosa comincia a muoversi, almeno stando agli ultimi report resi noti da Bloomberg

La famiglia dei chip ‘Designed in Cupertino’ potrebbe presto allargarsi, accogliendo un nuovo processore pensato per essere inserito all’interno dei futuri MacBook Pro. Il nome in codice del chip è ‘T310’: sembrerebbe essere basato su architettura ARM e dovrebbe svolgere le funzionalità “a basso consumo” dei laptop Apple.

Da quanto riportato il chip che Apple sta progettando non andrebbe a sostituire gli attuali processori Intel, ma svolgerà un ruolo ausiliare. Il Chip Intel continuerà a svolgere le funzioni principali dei MacBook Pro, mentre il nuovo chip andrà a svolgere delle attività a basso consumo che i nuovi Mac eseguono in stato di stop, come ricevere mail, sincronizzare iCloud, scaricare aggiornamenti, eccetera. Queste funzioni vengono pubblicizzate da Apple con il nome Power Nap.

In base a quanto riportato dalla fonte far compiere le funzionalità di Power Nap ad un chip dedicato potrebbe ridurre ulteriormente il consumo di batteria di queste attività. Proprio l’autonomia dei nuovi MacBook Pro è stata una delle caratteristiche più criticate dagli utenti. Il chip potrebbe essere arricchito anche da componenti di storage e wireless per aumentarne le potenzialità di applicazione.

Apple ha già progettato e messo in funzione un chip ARM customizzato nei suoi MacBook; si tratta del chip T1 che si occupa della Touch Bar e del Touch ID. Il T1 gestisce queste funzioni senza pesare sulle risorse del processore principale.

Questo nuovo chip andrebbe ad aggiungersi con quelli della serie A, utilizzati su iPhone e iPad, la serie S utilizzata su Apple Watch e la nuova serie W che ha fatto il suo debutto sugli AirPods.

E’ difficile, in tempi brevi, che Apple si renda indipendente da Intel sostituendo i processori con chip realizzati in-house sui suoi Mac.

Ricordiamo che Il prossimo aggiornamento hardware dei MacBook Pro è atteso per la seconda metà del 2017 e dovrebbe portare con sé i nuovi processori Intel Kaby Lake e nuovi tagli di RAM fino a 32GB.

 

Scritto da Giulio Antenucci

Amo la musica, mi mette di buon umore. Appassionato di tecnologia: #APPLE addicted; amo essere sempre informato riguardo le ultime novità tecnologiche. Mi piace fotografare ed amo stare in compagnia davanti una birra

Commenti