,

Tensione Elettrica

Che succede se carichiamo un vecchio smartphone negli USA? Vediamolo insieme

Quante volte vi è capitato di dover partire per un viaggio e di preoccuparvi di che tipo di presa ci sia nel paese dove state andando? Ve lo dico io, quasi mai. Molte persone comprano apposite riduzioni per infilare i loro oggetti elettronici nelle prese diverse dalle nostre.

Ma cosa succede tecnicamente quando attacchiamo una asciugacapelli ad una presa straniera con valori di corrente diversi senza fare ricorso ad un trasformatore?

Onestamente non so spiegarvelo per questo ho chiamato l’ingegnere Giovanni Aiello che ci aiuterà a capire un po’ come funziona il tutto.

Ciao a tutti i lettori di techzoop, quest’articolo vuole essere un chiarimento di massima del perchè esistono vari livelli di bassa tensione (quella di casa per intenderci) nel mondo. In particolare si farà riferimento alle differenze tra la bassa tensione monofase in America (110-120V) e quella in Europa (220-230V).

Trattandosi di grandezze (tensione e corrente) variabili nel tempo con regime sinusoidale per semplicità di trattazione consideriamo nullo il loro sfasamento approssimando il coseno dell’angolo pari ad 1.

Partiamo dalla formula del calcolo della potenza elettrica per un sistema monofase.

Potenza= Tensione x Corrente      P=V * I

Facciamo un esempio pratico: se voglio alimentare un carico da 1000W collegato ad un sistema monofase a 220V, la corrente assorbita sarà: I = P/V quindi 1000/220 = 4.5 A. Parallelamente con un sistema a 110V la corrente assorbita sarà: I = P/V quindi 1000/110 = 9 A

Si capisce quindi che uno stesso carico in America assorbirà una corrente doppia rispetto all’Italia. Apriamo una parentesi e vediamo come è costituito da un punto di vista strutturale un conduttore.

Generalmente un conduttore è formato da un anima metallica conduttrice (cavo) in rame ed da un involucro di protezione esterno che forma una guaina isolante.

A parità di carico da alimentare un conduttore in America deve avere una sezione dell’anima conduttrice più grande (più rame) rispetto all’Italia, ma teoricamente potrebbe avere una guaina meno spessa, perchè sottoposto ad una tensione inferiore.

Il fatto di lavorare a tensioni più basse ha il grandissimo vantaggio in termini di sicurezza per l’essere umano, perchè in caso di contatto accidentale di una parte attiva, il corpo umano è sottoposto ad una tensione che è circa la metà rispetto alla nostra. Poichè l’America ha ingenti quantità di rame si è preferito avere cavi più doppi quindi più costosi ma nettamente meno pericolosi in caso di contatto accidentale. In Italia invece il rame è acquistato dall’estero quindi si è preferito avere una sezione più sottile con una conseguente riduzione del costo ma con qualche pericolo in più per l’uomo.

In conclusione bisogna assolutamente usare dei trasformatori o dei semplici adattatori che tra i diversi paesi non solo servono per la differenza di aggancio presa-spina ma contengono al loro interno un trasformatore per equiparare i livelli di tensione ingresso-uscita.

Fortunatamente per notebook, smartphone e tante altre apparecchiature elettroniche questo problema non si pone più siccome vengono commercializzati con alimentatori “multitensione” che funzionano dai 100 ai 240V.

Scritto da Enzo De Simone

20 anni di pura passione per ogni tipo di tecnologia. Tutto il resto è noia!

Commenti