,

Memoria RAM: per Huawei 4 GB sono più che sufficienti

Secondo Huawei 4 GB di memoria Ram sono sufficienti per gli smartphone

Memoria Ram: per gli smartphone sono sufficienti 4GB

La tendenza dei produttori, da qualche anno a questa parte, è quella di aumentare sempre più la RAM dei dispositivi. Mentre 8GB sta iniziando a diventare la base per molti computer e laptop tradizionali, i telefoni stanno recuperando in modo piuttosto rapido. Proprio l’anno scorso, Vivo ha presentato il primo dispositivo con 6 GB di RAM e altri produttori più tradizionali lo hanno seguito; questa tendenza è proseguita ad un ritmo rapido e non sembra volersi arrestare.

C’è qualcuno che va controcorrente.

Huawei non crede che questo progresso sia necessario. In un recente post sul sito cinese Weibo di Lao Shi, un dirigente di Huawei, afferma che 4GB di RAM sono abbondanti per l’esecuzione delle applicazioni di un telefono. Molti dispositivi Huawei funzionano meglio con 4GB; secondo il dirigente, la cosa più importante da fare per uno smartphone è ottimizzare il sistema operativo per essere il più efficiente possibile.

A  questo proposito viene citato l’iPhone di Apple sottolineando come iOS non abbia bisogno di una grande quantità di RAM per eseguire senza problemi le applicazioni; la società ha semplicemente ottimizzato il sistema operativo per lavorare in maniera fantastica con piccole quantità di memoria disponibile.

Siete d’accordo con queste affermazioni?

Scritto da Giulio Antenucci

Amo la musica, mi mette di buon umore. Appassionato di tecnologia: #APPLE addicted; amo essere sempre informato riguardo le ultime novità tecnologiche. Mi piace fotografare ed amo stare in compagnia davanti una birra

Commenti

  • Federico

    Se si vuole limitare l’uso del telefono sono sufficienti, se lo si vuole usare con la stessa libertà ed efficienza del PC non lo sono neanche per cavolo, ne servono almeno sei.

    • Giulio

      Se si ottimizza l’OS secondo me non servirebbe tutta questa memoria. Da ricordare sempre che alla fine restano degli smartphone 🙂

      • Federico

        Non mi riferisco all’OS ma alle applicazioni. Se il software per mobile non ha le piene caratteristiche di quello dei sistemi fissi è dovuto in larga misura al fatto che il suo sviluppatore non si sente libero di consumare due o tre GB di RAM (o che sempre per salvaguardare il consumo di memoria il sistema operativo pone vincoli che impediscono di farlo).
        In particolar modo mi riferisco ai browser, dove Chrome o Edge con un po’ di estensioni attive ed una decina di tab attivi su PC consumano agevolmente un paio di GB mentre su telefono, dove mantengono attivo solo il tab in foreground, il consumo scende di molto (assieme alle prestazioni).
        Attenzione Giulio, non sto dicendo che un simile consumo sia indice di buona programmazione perché sono il primo a dire che non lo è affatto, intendo solo che è palese che l’affermazione è vera solo a patto di accettare una rinuncia.
        Questa è l’era degli Snap 835, che incorporano CPU di potenza e capacità paragonabili a quelle dei PC (sai bene che sono certificati per Win 10) e possono gestire qualsiasi quantitativo di memoria. Non esistono più limitazioni tecniche che impongano una limitazione delle possibilità e del quantitativo di memoria installato, ma solo un desiderio di rendere i telefoni “inferiori” ai PC.
        Desiderio che fra l’altro sta andando a farsi benedire visto che lo standard della fascia alta sta riposizionandosi sui 6GB.

        • Giulio

          Alla luce delle tue spiegazioni mi trovi d’accordo; ad oggi abbiamo CPU di grande potenza. Sono del parere che per l’utilizzo dell’utente normale basterebbero anche i 2 GB