,

Le città si aggiornano: ecco le smart city

Smart city: città sempre più tecnologiche, migliori e vivibili.

La tecnologia avanza e le nostre città non sono da meno, le nostre città pian piano si stanno convertendo alle nuove tecnologie diventando sempre più tecnologiche, migliori, vivibili e a portata d’uomo.

Una città intelligente o smart city (in Inglese) è un sistema di strategie di urbanistica e di architetture atte ad ottimizzare la vivibilità di una città, migliorandone i servizi che essa offre (trasporto, comunicazioni, ecc..).

La smart city si sviluppa in un contesto sociale in cui c’è molto benessere, e gli obbiettivi principali sono quelli di semplificare e rendere più a portata di mano la città per i cittadini attraverso investimenti che migliorino le infrastrutture esistenti e che ne creino di migliori.

Le smart city possono essere divise in varie categorie, a seconda se abbiano una economia ben strutturata in maniera intelligente, a seconda se abbiano un ottima qualità della vita, a seconda se abbiano una mobilità gestita in maniera intelligente e a seconda delle governance.

Il primissimo progetto di città intelligente risale al 2010, la città che si candidò come “prima city smart del mondo” fu Rio de Janeiro in Brasile.

In Europa, invece l’Unione Europea sta stanziando fondi dai 10 ai 12 miliardi di euro per lo sviluppo intelligente delle città; la prima canditata italiana a titolo di “smart city” è Torino.

Sotto l’aspetto tecnologico, la città intelligente si inserisce nel contesto dell’ I.O.T (Internet-Of-Things), dove ogni infrastruttura cittadina è collegata alla rete e può essere sfruttata da ogni dispositivo e quindi messa a disposizione di tutti.

Infatti in futuro dispositivi mobili potranno interagire attraverso nuovi protocolli di connessione (come il 5G, che si sta testando ora nelle città di Torino, Milano, Prato, L’Aquila, Bari e Matera) con le infrastrutture della città (ad esempio i cittadini potranno visualizzare gli orari precisi dell’arrivo della metrò, la velocità del treno e la distanza tra la stazione di partenza e quella d’arrivo).

Nel 2012 di fronte al Politecnico di Torino è stata inaugurata la una delle prime forme di cabina smart a servizio del cittadino, grazie agli investimenti della fondazione “Torino Smart City“.

Scritto da Stefano Santoro

Tutto ciò che riguarda hi-tech ed informatica mi ha sempre affascinato fin da piccolo, ho 20 anni e studio Informatica all'Università di Bari "Aldo Moro". Il mio sogno nel cassetto è fare della mia passione, l'informatica un lavoro; ma per ora mi fermo solo a condividere con voi questo nuovo, bellissimo ed inesplorato mondo che è l'informatica. That's me, enjoy it!

Commenti