,

Addio Aria WiMax: ora diventa Tiscali 4G+

Tiscali acquisisce l’operatore italiano su rete WiMax Aria: ecco le novità

La tecnologia WiMax (acronimo per “Worldwide-Interoperability-for-Microwave-Access“) arrivò in Italia per arginare il problema del digital-divide, con essa arrivarono i primi gestori che offrivano, a prezzi molto vantaggiosi, una connessione a banda larga senza aver bisogno di cavi o linee telefoniche.

Uno di questi gestori fù Aria, che attraverso le sue linee WiMax riuscì a coprire con la propria banda larga a 7mega buona parte della popolazione.

Al giorno d’oggi, con la maggior diffusione della fibra ottica e delle reti 4G e 4G+, il WiMax inizia a diventare una tecnologia obsoleta; in modo particolare le linee WiMax non sono decollate per alcuni semplici motivi:

Instabilità della linea

Le frequenze WiMax erano facilmente influenzabili dalle condizioni meteo avverse (in caso di       pioggia, temporali, neve il segnale veniva perso o la connessione veniva fortemente rallentatata

Saturazione della linea

Molte utenze collegate sulla stessa frequenza WiMax potevano congestionare la stessa linea rendendola più lenta, più instabile e meno sicura.

Manutenzione delle linee

La manuntenzione quasi continua delle linee creava disagi alle utenze collegate alle frequenze WiMax, che molto spesso riempivano i servizi clienti dei vari gestori per sporre le loro lamentele.

Tiscali, che aveva già acquistato delle quote azionarie di Aria in passato, ha deciso di chiudere definitivamente le frequenze di questo gestore WiMax, puntando su tecnologie migliori come le reti 4G/4G+.

Cosa succederà ai clienti Aria? I clienti Aria che avevano un abbonamento WiMax ricevendo in questi giorni dall’azienda sarda i modem LTE per usare i servizi Tiscali 4G+ Unlimited quando il segnale WiMax verrà spento definitivamente.

Inizialmente il loro contratto resterà invariato per due mesi dall’attivazione del nuovo servizio, successivamente si avrà un leggero rincaro sulle proprie tariffe.

Con l’avvento del 4G e 4G+ si potranno raggiungere velocità dai 30mega fino ai 100mega in download, mentre con la vecchia tecnologia WiMax a malapena si toccavano le 7mega in download.

Però ogni cliente Aria avrà a disposizione due settimane di tempo per accettare il nuovo contratto oppure per disdirlo.

E voi che ne pensate? Pensate sia stata una mossa astuta di Tiscali ad investire sul 4G/4G+? E’ stato uno sbaglio chiudere le frequenze WiMax? Fatelo sapere nei vostri commenti, raccontate le vostre esperienze e raccontateci se siete o siete stati clienti Aria ed avete ricevuto o meno il modem LTE da Tiscali.

 

 

Scritto da Stefano Santoro

Tutto ciò che riguarda hi-tech ed informatica mi ha sempre affascinato fin da piccolo, ho 20 anni e studio Informatica all'Università di Bari "Aldo Moro". Il mio sogno nel cassetto è fare della mia passione, l'informatica un lavoro; ma per ora mi fermo solo a condividere con voi questo nuovo, bellissimo ed inesplorato mondo che è l'informatica. That's me, enjoy it!

Commenti