,

Paura di dimenticarti il portafoglio, la borsa o la valigia? C’è TrackR!

TrackR Wallet 2.0, TrackR Pixel e TrackR Atlas ti possono aiutare

TrackR è la nota startup che ha innovato il mondo degli oggetti intelligenti, introducendo degli smarttracker utili per non smarrire e non dimenticare oggetti che usiamo nella vita quotidiana come borse, portafogli, zaini, valigie ecc..

TrackR presentò allo scorso CES 2017 a Las Vegas i suoi nuovi prodotti: TrackR Wallet 2.0, TrackR Pixel e TrackR Atlas.

TrackR Wallet 2.0 è il dispositivo presentato più bello esteticamente, più compatto e più ergonomico. Ha la forma di una carta di credito e può essere inserita all’interno del vostro portafoglio tranquillamente, ha uno spessore di circa 2mm e la batteria può essere sostituita.

Wallet 2.0 è il tracker più veloce e perfomante mai prodotto dall’azienda, riesce a localizzare entro i 30m il nostro portafoglio grazie alla tecnologia Bluetooth low energy con il nostro smartphone e oltre al raggio di 30m sfrutta il GPS di altri prodotti nelle vicinanze per fornire la propria posizione.

Pixel è il tracker più piccolo e smart presentato da TrackR, è caratterizzato da un corpo tutto in alluminio e dal suo ottimo rapporto qualità/prezzo.

TrackR Atlas invece è una presa da muro intelligente capace di aumentare i raggio d’azione dei dispositivi TrackR presenti all’interno dell’abitazione, sarà compatibile anche con Alexa, assistente virtuale di Amazon, con cui sarà possibile individuare oggetti attraverso l’uso di comandi vocali.

I nuovi dispositivi TrackR sono disponibili sul sito ufficiale a questi prezzi:

  • TrackR Wallet 2.0 a 29,99$ (circa 27€ al cambio attuale)
  • TrackR Pixel a 24,99$ (circa 22€ al cambio attuale)
  • TrackR Atlas a 39,99$ (circa 35€ al cambio attuale)

I dispositivi TrackR si possono rintracciare tramite app disponibile su App Store e Google Play Store.

Scritto da Stefano Santoro

Tutto ciò che riguarda hi-tech ed informatica mi ha sempre affascinato fin da piccolo, ho 20 anni e studio Informatica all'Università di Bari "Aldo Moro". Il mio sogno nel cassetto è fare della mia passione, l'informatica un lavoro; ma per ora mi fermo solo a condividere con voi questo nuovo, bellissimo ed inesplorato mondo che è l'informatica. That's me, enjoy it!

Commenti