,

iOS 11: ecco le previsioni sulle prossime novità presentate alla WWDC 2017

WWDC 2017 vediamo cosa aspettarci da iOS 11

In attesa di iOS11: cosa dobbiamo aspettarci?

Siamo vicini alla prossima WWDC annunciata ormai già da diverso tempo.

Noi di Techzoop, in questo articolo, proviamo ad immaginare cosa potrà essere presentato.

Come tutti gli appassionati di Apple sappiamo che questo evento è legato al software e di solito non assistiamo alla presentazione di nuovi hardware o accessori.

iOS 11 e iPad

Alla prossima WWDC 2017 come prima novità potremo assistere a qualche modifica a livello software volto a rendere un iPad molto più personale e predisposto al lavoro.

Potremo trovare una di queste nuove funzioni?

  • Modalità Multi-Utente:consentendo un login differenziato con vari username per ritrovare all’interno della schermata principale le proprie icone applicazioni, i propri file e le proprie impostazioni. Una funzione simile è stata recentemente aggiunta sulla Apple TV quindi le probabilità sono molto alte.
  • Un tema più scuro: per facilitare il lavoro anche da casa, durante le ore notturne senza affaticare troppo la vista con le app a tutto schermo
  • FaceTime di gruppo:chiamate e videochiamate con utenti multipli nello stesso tempo, in maniera tale da creare delle vere e proprie conferenze, utili durante una fase di lavoro ma anche con gli amici
  • Supporto e Gestione Remota:L’applicazione iMessage sul Mac, permette di gestire in remoto altri Mac, esattamente come fanno TeamViewer ed altri software simili. In questo modo è possibile guardare lo schermo di un’altra persona o addirittura muovere il suo mouse per aiutarlo a svolgere un’operazione che da solo non è in grado di svolgere. Con iOS 11 questa funzione potrebbe essere abilitata anche su iPad, nell’ottica di trasformarlo sempre di più in un computer.
  • iOS 11 avrà il nuovo Apple File Systemche permette di occupare meno spazio salvando soltanto una copia di ogni singolo file da rendere poi disponibile in tutte le applicazioni. Sparirà quindi la Sandbox delle applicazioni, un limite del sistema operativo attuale che non permette alle app di accedere ai file contenuti nelle altre se non tramite “invio interno” che avviene tramite l’utilizzo delle estensioni. La possibilità di condividere i file nativamente tra le app potrebbe abilitare anche il drag&drop, spostando immagini, testi e quant’altro da un’app all’altra, soprattutto quando viene utilizzato il multitasking che tiene aperte le app nella parte laterale.
  • Una nuova tastiera fluttuantepotrebbe migliorare la digitazione, ce ne sono tracce sin da iOS 10

ios 11

iOS 11 e iPhone

iOS 11 porterà benefici anche ad iPhone

  • Pagamenti peer-to-peer tramite Apple Pay: con questa funzione, Apple consentirebbe agli utenti di inviare e ricevere pagamenti diretti con altre persone, in modo semplice e sicuro
  • FaceTime Audio di default: con iOS 11, Apple potrebbe rendere FaceTime Audio il metodo di chiamata predefinito per gli utenti iPhone. In pratica, quando viene effettuata una telefonata, iOS la trasferisce automaticamente su FaceTime Audio se i due utenti hanno un iPhone e traffico dati disponibile. Questo, però, porterebbe ad un maggiore consumo del traffico dati, anche se con FaceTime Audio va via circa 1 MB per ogni minuto di conversazione
  • Migliore gestione della modalità a basso consumo: iOS sarebbe in grado di capire il contesto di utilizzo e di attivare la modalità a basso consumo della batteria in determinate circostanze. Ad esempio, se lasci la tua rete Wi-Fi di casa e hai il 20% o meno di batteria, iOS 11 attiverà automaticamente il risparmio energetico, visto che si presume tu non sia vicino al tuo caricatore, avendo ormai lasciato casa. Chiaramente, se in auto hai un caricatore la situazione cambia, ma iOS potrebbe “imparare” anche questo.
  • Video chat di gruppo: iOS 11 potrebbe consentire di avviare chiamate di gruppo su FaceTime fino ad un massimo di 5 utenti.

iOS 11 potrebbe giocare molto sulla personalizzazione, andando ad accontentare quelle che oggi sono le richieste più comuni degli utenti. iOS 10.3 già permette agli sviluppatori di caricare molteplici icone per la stessa applicazione, iOS 11 potrebbe introdurre i temi oppure i “modi d’uso” che tanto utilizzavamo ai tempi del Nokia 3310. La personalizzazione va sicuramente oltre la semplice modifica di uno sfondo ed iOS può migliorare tanto sotto questo punto di vista.

Come sappiamo per quanto riguarda il lato software, la fuga di notizie è più difficoltosa. Queste sono nostre ipotesi raccolte ascoltando quei pochi rumor usciti.

Voi cosa vi aspettate da iOS 11? Fatecelo sapere nei commenti.

Scritto da Giulio Antenucci

Amo la musica, mi mette di buon umore. Appassionato di tecnologia: #APPLE addicted; amo essere sempre informato riguardo le ultime novità tecnologiche. Mi piace fotografare ed amo stare in compagnia davanti una birra

Commenti