,

Call of Duty WW2: Trailer Multigiocatore

Ecco a noi il frenetico trailer, ci nasconde qualcosa?

Call of Duty è una serie di sparatutto in prima persona (FPS) molto famosa nel mondo videoludico ma ciò nonostante ha subìto un calo negli ultimi anni. Ora, come una fenice, vuole risorgere dalle sue ceneri, quindi vuole rinascere lanciando il giocatore nuovamente nei teatri bellici della Seconda Guerra Mondiale.

Il Multigiocatore è stato da sempre un organo vitale di questo gioco, questo significa che gli sviluppatori punteranno molto su questa modalità. Mappe, divise, armi saranno punti fondamentali e prodotti in modo molto fedele alla storia.

Adesso diamo uno sguardo al trailer ufficiale.

Il gameplay è altamente realistico, movimenti e ambientazioni sono al top, creano un ecosistema molto frenetico e movimentato.

Importante è la presenza di modelli femminili, quindi c’è la possibilità di creare e modificare completamente il proprio soldato.

Le mappe, come ho detto prima, saranno molto caotiche e i carri armati avranno libero sfogo nelle varie scorribande, ci sarà anche la possibilità di paracadutarsi e di utilizzare aerei militari.

Detto ciò, godetevi il video:

Il combattimento a terra torna nel Multigiocatore di Call of Duty: WWII, che unisce l’azione classica della battaglia con nuovissimi modi di giocare. Sfrutta il devastante arsenale delle armi della Seconda Guerra Mondiale e guida la tua squadra alla vittoria.

Le nuove caratteristiche per il franchise includono il sistema delle Divisioni, che ridefinisce il modo in cui i giocatori si preparano alla battaglia, utilizzando cinque configurazioni speciali, e la possibilità di perseguire obiettivi strategici multipli nella Modalità Guerra, una nuova esperienza di Call of Duty dove il gioco di squadra è la chiave della vittoria. Arruolati anche tu il 3 Novembre.

Prenota Call of Duty: WWII su disco o come download digitale e accedi alla Beta Privata. La Beta inizia in anteprima su sistema PlayStation 4 il 25 Agosto 2017: http://www.CallofDuty.com/WWII.

 

 

 

Commenti