,

OnePlus 5 è ufficiale, specifiche tecniche e prezzi

Scheda tecnica completa per il cinesone OnePlus 5 2017

OnePlus 5 è il top di gamma della casa cinese per il 2017, un dispositivo davvero potente che sarà disponibile alla vendita sullo store ufficiale dal 27 giugno. Gli acquirenti più veloci lo possono prenotare dal 20 dello stesso mese con il codice “Clearer Photos”.

I dispositivi OnePlus hanno subito sempre un impennata nei prezzi col passare degli anni. OnePlus One fu lanciato a 269/299€, OnePlus Two a  339/399€ e OnePlus 3 a 399€. Con OnePlus 3T l’azienda cinese  si è poi spinta a 439/479€, anche solo per non sovrapporsi al quasi omonimo modello.

OnePlus 5 è però il più caro di sempre. 499€ per il modello 6/64 GB (colore Slate Gray) e 559€ per quello da 8/128 GB (colore Midnight Black) ma considerando la scheda tecnica rimane comunque un prezzo molto interessante.

Scheda Tecnica OnePlus 5

  • Schermo: 5,5” full HD AMOLED 401ppi, con Corning Gorilla Glass 5, supporto spettro di colore sRGB e DCI-P3
  • CPU: Qualcomm Snapdragon 835 con GPU Adreno 540
  • RAM: 6 oppure 8 GB di RAM LPDDR4X
  • Memoria interna: 64 / 128 GB UFS 2.1. 2-LANE
  • Fotocamera posteriore: doppia fotocamera posteriore, con sensori da 16 e 20 megapixel, rispettivamente Sony IMX 398 con f/1.7 e Sony IMX 350 con f/2.6. Assente lo stabilizzatore ottico, presente quello elettronico (solo per video in full HD). I due sensori hanno diversa lunghezza focale e producono effetti di sfocatura stile DSLR.  La registrazione video è fino in [email protected]
  • Fotocamera frontale: 16 megapixel Sony IMX 371, f/2.0
  • Connettività: dual nano SIM, LTE Cat. 12, Wi-Fi ac 2×2 MIMO 2,4/5 GHz, Bluetooth 5.0, NFC, GPS, USB 2.0 Type-C
  • Batteria: 3.300 mAh con Dash Charge
  • Dimensioni: 154,2 x 74,1 x 7,25 mm
  • Peso: 153 grammi
  • OS: Android 7.1.1 Nougat con OxygenOS

OnePlus 5 ha puntato tutto sul comparto fotografico, ed i risultati si vedono. Lo smartphone è infatti dotato di una modalità ritratto capace di regalare sfocature a livello DSLR. In modalità Pro è inoltre possibile scattare in RAW, memorizzare dei profili personalizzati, utilizzare una livella, e c’è anche un istogramma per aiutarvi a regolare l’esposizione della scena.

 

Scritto da Matteo Vismara

Tecnologicamente attivo, "addicted" a tutto ciò che si illumina e che produce codice binario, cresciuto a pane e tecnologia cercherò di tenervi informati sulle ultime novità spaparanzato su quel ramo del Lago di Como.

Commenti