,

Snapdragon 450 il nuovo SoC di fascia media di Qualcomm

Qualcomm ha ufficialmente presentatolo Snapdragon 450, nuova piattaforma per dispositivi mobili di fascia medio-bassa

Lo Snapdragon 450 è stato presentato ufficialmente. Si tratta del nuovo SoC di Qualcomm per dispositivi mobili di fascia medio bassa. L’azienda statunitense ha introdotto una serie di novità tecniche che potrebbero consentire agli smartphone di questo segmento di poter compiere un definitivo salto di qualità sotto diversi punti di vista.

Lo Snapdragon 450 è stato realizzato con un processo produttivo FinFET a 14 nanometri che, unitamente a una maggiore potenza di calcolo, garantisce anche un importante incremento dell’autonomia generale. La CPU è stata strutturata con otto core Cortex-A53, mentre da un punto di vista grafico Qualcomm ha scelto la GPU Adreno 506.

Il confronto con il predecessore Snapdragon 435 è quindi inevitabile. Qualcomm ha infatti parlato di un incremento del 25% in termini di prestazioni, una prospettiva che, se confermata in ambito pratico, dovrebbe effettivamente portare dei vantaggi concreti nell’esperienza di utilizzo quotidiano sui dispositivi mobili.

Lo Snapdragon 450 è infatti in grado di gestire una Dual-Camera con sensori fino a 13 MP, oppure una singola fotocamera fino a 21 MP. Si tratta di possibilità molto importanti nell’ottica di uno smartphone di fascia medio-bassa, che potrebbero finalmente poter contare su un comparto fotografico di buon livello.

Connettività completa con supporto all’USB 3.0 e il modem LTE Snapdragon X9, con velocità massime di 300 Mbps per il download e 150 Mbps per l’upload e supporto allo standard di ricarica rapida Quick Charge 3.0.

Non ci resta che attendere l’arrivo sul mercato dei primi dispositivi con Snapdragon 450, previsti per la fine del 2017.

 

Scritto da Matteo Vismara

Tecnologicamente attivo, "addicted" a tutto ciò che si illumina e che produce codice binario, cresciuto a pane e tecnologia cercherò di tenervi informati sulle ultime novità spaparanzato su quel ramo del Lago di Como.

Commenti