,

High Sierra: ultima release a supportare app a 32 bit

A partire da gennaio 2018, tutte le applicazioni sottoposte a Mac App Store dovranno essere aggiornate ai 64 bit.

Apple fa sapere che High Sierra sarà l’ultima release a supportare app a 32 bit

Apple ha da un po’ di tempo avviato la procedure per l’eliminazione delle applicazioni a 32 bit su iOS. Come appurato iOS 11 non supporterà più le applicazioni a 32 bit. Apple non si è fermata solo ad iOS; la società, infatti, ha riferito agli sviluppatori che il prossimo aggiornamento High Sierra sarà l’ultima versione di macOS a supportare i titoli a 32 bit “senza compromessi”.

Apple ha utilizzato chip a 64 bit nei dispositivi iOS fin dagli iPhone 5s e li ha utilizzati ancora prima nei notebook e nei desktop. Approfittando dell’architettura aggiornata, gli sviluppatori possono fornire software differenti e utilizzano più di 4 GB di RAM.

Purtroppo ancora oggi troviamo software a 32 bit che Apple vuole eliminare.

In un aggiornamento sul Centro Sviluppatori, l’azienda ha affermato:

Le nuove applicazioni inviate al Mac App Store dovranno supportare il 64 bit a partire da Gennaio 2018 e gli aggiornamento delle applicazioni per Mac e per le applicazioni esistenti dovranno supportare il 64 bit a partire da Giugno 2018.

Se intendete distribuire le vostre applicazioni al di fuori dal Mac App Store, vi consigliamo di inserire binari a 64 bit in modo da assicurare che gli utenti possano continuare ad eseguire le vostre applicazioni sulle versioni future di MacOS.

Apple aggiunge che High Sierra, che verrà lanciato quest’autunno, sarà l’ultima versione di macOS a supportare le applicazioni a 32 bit.

Anche iOS 11, sempre previsto per l’autunno, non supporterà applicazioni a 32 bit.

Scritto da Giulio Antenucci

Amo la musica, mi mette di buon umore. Appassionato di tecnologia: #APPLE addicted; amo essere sempre informato riguardo le ultime novità tecnologiche. Mi piace fotografare ed amo stare in compagnia davanti una birra

Commenti