,

[Aggiornamento] Ora anche Console Planet nei guai con il fisco italiano

Lo scandalo finanziario che ha colpito Gli Stockisti.it colpisce un altro grosso sito di e-commerce

Gli agenti della Guardia di Finanza e della Polizia Postale stanno portando avanti in questi giorni controlli finanziari ad uno dei più grandi siti di e-commerce elettronico in Italia Gli Stockisti.it che ha portato all’oscuramento del sito tramite DNS.

Ci siamo occupati in precedenza su come gli attuali clienti di questo grande sito possono tutelare i propri diritti per quanto riguarda gli acquisti e la sicurezza e su come possono visualizzare e scaricare le proprie fatture dei propri ordini online.

(il nostro articolo qui) (la notizia flash qui) (la nostra guida qui)

Un altro grande sito dell’e-commerce italiano, è stato messo sotto controllo dalle fiamme gialle e dalla postale, stiamo parlando di Console Planet.

Console Planet è un sito specializzato nella vendita di console da gaming e di videogiochi, con sconti esagerati.

La società proprietaria del sito è stata accusata di evasione fiscale per una cifra che ammonta oltre i 50 milioni di euro

Secondo gli agenti, le società che controllavano i due siti, attraverso il mancato versamento delle tasse all’erario italiano, potevano proporre ai loro clienti sconti super vantagiosi proponendo sconti dal 20% al 30%, facendo una concorrenza (sleale) ad altre piattaforme di acquisti online.

Al momento il sito non sembra essere stato oscurato dagli agenti della postale e risulta attivo, e al momento è possibile anche effettuare acquisti.

La società a capo del sito di vendita di giochi e di console da gaming inoltre aveva sede legale, fiscale ed ammnistrativa nell’isola di Malta e ogni anno dava in concessione ad una diversa società italiana la concessione della vendita in Italia in modo da poter essere trasparenti al nostro fisco.

Questi raggimenti venivano effettuati da tre commercialisti e un collaboratore fiscale dell’azienda maltese in svariati modi in modo da poter raggirare il nostro rigido sistema di tassazione.

Sono state emanate 18 ordinanze di custodia cautelare, di cui 10 eseguito per altrettante persone attive all’interno delle società che gestivano i siti con l’accusa di associazione a delinquere finalizzata all’evasione fiscale.

Il volume d’affari, stimato dalle nostre forze dell’ordine, dei due siti si aggirava oltre ai 250 milioni di euro.

Scritto da Stefano Santoro

Tutto ciò che riguarda hi-tech ed informatica mi ha sempre affascinato fin da piccolo, ho 20 anni e studio Informatica all'Università di Bari "Aldo Moro". Il mio sogno nel cassetto è fare della mia passione, l'informatica un lavoro; ma per ora mi fermo solo a condividere con voi questo nuovo, bellissimo ed inesplorato mondo che è l'informatica. That's me, enjoy it!

Commenti