,

Notizie False su Facebook: basta guadagni per i creatori

Dopo l’introduzione della segnalazione delle notizie false su Facebook i creatori di contenuti hanno cercato di essere più furbi nell’eludere l’algoritmo di controllo.

La battaglia sulle fake news è iniziata nei primi mese del 2017 successivamente alla segnalazione di un bufala che riguardava Donal Trump.

Facebook ha così attivato una sorta di programma di controllo, un filtro che indica agli utenti le notizie false, cioè le cosiddette fake news.

Passi avanti se ne sono fatti ma a quanto pare gli esperti del web hanno trovato nuovi metodi per cercare di far cliccare gli ugnari utenti del web nei loro articoli portando così dei guadagni. Una volta che la bufala è partita, è difficilissima da fermare proprio per l’effetto “bolla” per cui i social e i motori di ricerca ci mostrano solo quello che già ci piace.

In questo modo si scatena una guerra per accaparrarsi più clic possibili per quanto riguarda i web master e nello stesso momento anche i personaggi pubblici di guadagnano o ci perdono a seconda della notizia falsa.

Il social network facebook ha così deciso di togliere la possibilità di pubblicizzare, tramite sponsorizzazione a pagamento, questo tipo di contenuti in modo da cercare di limitare il numero di fake news.

 

Scritto da Matteo Vismara

Tecnologicamente attivo, "addicted" a tutto ciò che si illumina e che produce codice binario, cresciuto a pane e tecnologia cercherò di tenervi informati sulle ultime novità spaparanzato su quel ramo del Lago di Como.

Commenti