,

Micro 4/3 vs Aps-c vs Fullframe: principali differenze tra i formati più diffusi nel mercato fotografico

Parliamo delle principali differenze tra i formati più diffusi nel mercato e il perchè preferire uno rispetto all’altro.

Sembra strano oggi parlare di differenze tra formati e marchi fotografici, siamo arrivati in un momento tecnologico dove ogni apparecchio che possiede una macchina fotografica (compresi gli smartphones) restituiscono una qualità sbalorditiva che sembra mettere a repentaglio il mercato prettamente specifico. Basti pensare agli ultimi Iphone che sembrano aver riscritto quella che era la visione della fotografia da cellulare che inizia così ad affacciarsi verso il mercato professionale, o anche alle ultime campagne pubblicitarie di Huawei dove veniva dato un cellulare ad un professionista che riusciva ad ottenere immagini mozzafiato. Ma chi mastica di fotografia sa che gli smartphones hanno dei limiti soprattutto quando si parla di stampe di grande formato e di situazioni con poca luce dove le macchine fotografiche restituiscono file più puliti ad alti iso. E qui i principali marchi di questo mercato cercano di offrire il meglio che possono ad esempio limitando i pesi e le dimensioni delle loro fotocamere proprio per cercare di essere sempre preferite rispetto ad un buono smartphone. Tralasciando i formati più grandi (medio formato e banco ottico) che appartengono ad una ristretta nicchia a causa dei prezzi, nel mercato odierno i formati più diffusi sono il Micro 4/3, l’Aps-c e il Fullframe. Prima di iniziare ad elencare le principali differenze è doveroso che vi dica dal punto di vista fisico che un sensore più piccolo cattura meno luce, ha una profondità di campo maggiore rispetto ai sensori più grandi, un angolo di campo minore e la possibilità di avere dimensioni del corpo macchina e degli obiettivi più piccole rispetto alle altre. Fatta questa premessa ecco le principali differenze tra i formati più diffusi sul mercato:

 

  • Micro 4/3: Pesi e dimensioni da vere macchine tascabili, il loro sensore più piccolo rispetto alla concorrenza Aps-c e Fullframe permette di avere un crop x2 quindi un obiettivo da 24mm avrà lo stesso angolo di campo di un 48mm. Questo permette di avere ottiche molto piccole ma che raggiungono delle distanze notevoli, ovviamente il lato negativo è che la piccolezza del suo sensore non permette la stessa pulizia del file ad alti iso rispetto alla concorrenza e una profondità di campo adatta a realizzare un bokeh di tutto rispetto (sfocato dietro il soggetto messo a fuoco, tipico dei ritratti). Risultano invece performanti per generi come la street photography o la fotografia di viaggio (viste le loro dimensioni). I principali produttori che fanno uso di questo formato sono : Olympus e Panasonic.                                               Olympus Pen  Panasonic Gh5

 

  • Aps-c: Pesi e dimensioni a metà tra le Micro 4/3 e le Fullframe (più il sensore è grande più aumentano i pesi e le dimensioni degli obiettivi), il loro sensore ha un crop x1,5 (rispetto al Fullframe) quindi un obiettivo da 50mm avrà lo stesso angolo di campo di un 75mm circa. Questo permette di poter scattare qualsiasi tipologia di foto con una qualità molto incisiva (ovviamente dipende anche dall’ottica utilizzata) e di restituire delle foto mediamente pulite anche ad alti Iso. L’Aps-c è il formato più comune nel mercato soprattutto perché mantiene una qualità/prezzo molto invitante al fronte di quello che è il più costoso mondo del Fullframe. I principali produttori che fanno uso di questo formato sono : Canon, Nikon, Pentax, Sony e Fujifilm.

Fuji X-Pro 2                 Pentax K-70              Canon 1300d

 

  • Fullframe: Pesi e dimensioni maggiori rispetto alle altre due, il loro sensore conferisce dei file molto puliti che permettono di poter realizzare delle stampe di grande formato (ad esempio 70×100) senza che si possa notare qualche caduta di qualità. Si possono ottenere delle immagini di grande impatto visivo sia nel mondo della fotografia di ritratto (grazie al bokeh cremoso ed incisivo) che in quella di paesaggio e sportiva grazie alla sua possibilità di poter alzare gli Iso senza rincorrere nel rumore digitale. Nelle Fullframe troviamo le migliori caratteristiche presenti nel mercato e questo si evince dai prezzi che sono superiori rispetto alle Aps-c e al Micro 4/3. I principali produttori che fanno uso di questo formato sono: Canon, Nikon, Pentax e Sony.

 Sony A7r II       Canon 6d

Ovviamente nel mercato odierno ogni scelta deve essere ponderata assecondo il tipo di fotografia che andiamo ad effettuare e assecondo quello che il marchio ci offre (assistenza,obiettivi ed accessori). Rimane il fatto che tutt’oggi ogni marchio offre il meglio che può e sta a noi scegliere a quale “fazione” appartenere.

Fotografo in erba, amo comunicare con le mie immagini e parlare del mercato fotografico e tecnologico nelle loro più complete e disparate forme

Commenti