,

Un malware Android elude il nuovo sistema di sicurezza Play Protect

il malware ExpensiveWall all’insaputa degli utenti, li iscrive a servizi a pagamento

Il malware ExpensiveWall è stato scovato in almeno 50 applicazioni presenti su Google Play Store, questa la scoperta da parte di Check Point, realtà specializzata in sicurezza informatica.

Secondo il loro ultimo rapporto il malware è riuscito a sottrarre ingenti somme di denaro ai malcapitati utenti i quali si ritrovavano iscritti a servizi a pagamento.

ExpensiveWall riusciva ad eludere il nuovo sistema di sicurezza Play Protect che garantisce una protezione in tempo reale di tutte le applicazioni e giochi installati nei dispositivi. Una delle 50 applicazioni si chiama Lovely Wallpaper, un’innocua galleria di sfondi che, una volta scaricata, iscriveva gli utenti a una serie di servizi a pagamento tramite l’invio di SMS fake,allo scopo di sottrarre denaro.

Eludere la sicurezza di Play Protect

I cybercriminali sono riusciti attraverso questo malware e raggirare il sistema si sicurezza Play Protec lanciato da Google durante l’ultimo I/O, ma come ci sono riusciti? Tramite l’offuscamento del codice infetto inserito nell’applicazione , questi programmi hanno girato indisturbati per mesi sul Play Store.

È inutile diffondere allarmismi di massa, le solite precauzioni da adottare quando si installano app, anche dal Play Store, sono sempre valide e non vanno mai sottovalutate. Bisogna prestare massima attenzione sopratutto quando si scaricano nuove app, poco conosciute e tenere sempre sotto controllo l’SMS e il vostro credito – bolletta per non cadere in spiacevoli sorprese.

Il malware ExpensiveWall è stato prontamente rimosso da tutte le applicazioni e Google è corsa ai ripari cercando di studiare una soluzione più efficace contro la protezione da parte di questi malware.

I cybercriminali nel giro di pochi mesi sono purtroppo riusciti ad ottenere circa 20 milioni di download dalle applicazioni infette dal malware, non possiamo immaginare la somma di denaro totale sottratta ai malcapitati di turno.

Scritto da Matteo Vismara

Tecnologicamente attivo, "addicted" a tutto ciò che si illumina e che produce codice binario, cresciuto a pane e tecnologia cercherò di tenervi informati sulle ultime novità spaparanzato su quel ramo del Lago di Como.

Commenti