,

Profoto annuncia il più piccolo flash da studio mai creato!

Profoto, nota azienda produttrice di luci e impianti fotografici, annuncia un nuovo flash molto compatto ma dalle grandi prestazioni.

Profoto annuncia il suo nuovo flash A1, un flash da studio dalle piccole dimensioni ma dalle prestazioni eccellenti tipiche dell’azienda che è riuscita questa volta a coniugare un prodotto che può essere anche collegato direttamente alla fotocamera (on-camera) e quindi non più solo wireless/via cavo. Profoto  è nota per aver da sempre prodotto delle componenti fotografiche di grande impatto e qualità, basti pensare ai suoi flash Profoto B1 e B2 che hanno rivoluzionato il lavoro di molti fotografi, specialmente i ritrattisti, poiché hanno trovato un fido compagno da utilizzare nelle più disparate situazioni. Il nuovo flash ha una potenza di 76ws e utilizza una lampadina a ioni di litio che dovrebbe, secondo la casa produttrice, garantire 350 scatti prima della ricarica (che dura circa 80min). La costruzione circolare del componente in cui risiede la lampadina del flash permette un getto di luce morbido e molto più esteso rispetto alla concorrenza. Si possono collegare vari accessori (grazie ad una calamita) per garantire una diversa diffusione e colorazione della luce come per i “fratelli” più grandi B1 e B2. Il flash è dotato di tecnologia TTL e HSS, quindi si ha la possibilità di poterlo utilizzare in wireless insieme ad altri flash e la possibilità di poter sfruttare dei tempi di esposizione molto bassi per effettuare degli scatti di grande impatto visivo ed emotivo.

  

Profoto A1 Prezzi e Disponibilità:

Il flash sarà disponibile fin da subito al prezzo di 995 dollari per Canon e Nikon e nei mesi successivi anche per Sony. Il prezzo è molto alto ma in linea con la qualità dei prodotti Profoto che però si scontrano, in questo caso,  con prodotti come quelli della Godox che garantiscono prestazioni molto simili a prezzi più bassi.

Fotografo in erba, amo comunicare con le mie immagini e parlare del mercato fotografico e tecnologico nelle loro più complete e disparate forme

Commenti