,

ASUS ZenFone 4: ecco la gamma al completo!

Annunciata anche nel vecchio contiennte tutta la gamma ZenFone 4

ASUS ufficializza sul mercato europeo tutta l’ampia gamma di ZenFone 4 durante l’evento tenutosi a Roma, parliamo di ben 5 device: scopriamoli insieme.

ASUS ZenFone 4

Dotato di un processore Snapdragon 630 octa-core a 2,2 gHz accompagnato da ben 4 GB di RAM dovrebbe garantire prestazioni da top anche grazie all’Adreno 508 che assicura una buona giocabilità sugli ultimi titoli 3D.

Il display è un Full HD Super IPS+ da 5.5 pollici con luminosità massima dichiarata di 600 cd/m2, protetto da vetro Gorilla Glass 2.5D che curva leggermente ai lati. Il corpo unobody è completamente in metallo. La batteria è da ben 3300 mAh con ricarica rapida.

Ma il punto di forza è sicuramente il comparto fotografico, troviamo infatti una doppia fotocamera posteriore e sistema simile a quello adottato da LG sui suoi flagship. Quella principale vanta un sensore d’immagine Sony IMX362 da 1/2.55 pollici, pixel di ampiezza 1.4 µm e obiettivo ad ampia apertura f/1.8 stabilizzato (OIS). A fianco c’è poi una fotocamera con ottica grandangolare capace d’inquadrare un campo di 120 gradi.

Il prezzo di commercializzazione è pari a 499 Euro.

ASUS ZenFone 4 Pro

Sostanzialmente è lui il vero top di gamma, infatti vanta come processore lo Snapdragon 835 correlato con ben 6 GB di memoria RAM. Invariate le dimensioni rispetto al fratello minore, quindi abbiamo sempre un display da 5,5 pollici ma dotato di tecnologia AMOLED.

Posteriormente troviamo sempre due fotocamere ma cambiano le funzionalità: la prima, quella principale, monta il medesimo sensore Sony IMX362 da 1/2,55 pollici ma ha un ottica (sempre stabilizzata, OIS) più luminosa f/1.7. Cambia completamente l’idea per quella secondaria, una 16MP con ottica “tele” pari a 2X che permette di sfruttare al meglio la nuova funzionalità ritratto.

Cambia anche la fotocamera anteriore con sensore d’immagine Sony IMX319 e apertura f/1.9. La batteria é da ben 3600 mAh.

Prezzo molto più alto, infatti sarà  disponibile nella colorazione Pure Black a 899 Euro ma sono già previste offerte rateizzate con TIM e Vodafone (a prezzi inferiori).

ZenFone 4 Selfie e Selfie Pro

Come si capisce dal loro nome, entrambi i device sono stati creati per gli amanti del selfie, troviamo infatti su entrambi una doppia fotocamera frontale.

 

Per il pro la fotocamera anteriore principale ha un sensore d’immagine Sony IMX362 e apertura f/1.8, come se non bastasse è previsto anche un flash LED Softlight per migliorare gli scatti. Il sistema DuoPixel permette di avere foto da ben 24MP, un record per questa categoria, mentre la fotocamera anteriore secondaria punta su un ottica grandangolare con angolo inquadrato di ben 120 gradi.

Simile la dotazione della versione base soltanto che la fotocamera anteriore principale arriva a 20MP.

Il design è simile su entrambi con display da 5,5 pollici ma il Selfie ha un IPS LCD che non va oltre la risoluzione HD (267 ppi) mentre il Selfie Pro si spinge invece verso un full HD AMOLED (401 ppi). Per quanto riguarda l’hardware troviamo uno Snapdragon 430 sul Selfie mentre uno Snapdragon 625 sul Selfie Pro. Entrambi hanno 64GB di storage e 4GB di memoria RAM, batteria da 3.000mAh e fotocamera posteriore singola da 16MP.

Per quanto riguarda i prezzi, si va dai 299 Euro del Selfie ai 399 Euro del Selfie Pro.

ZenFone 4 Max

Infine abbiamo la versione Max con display IPS ampio da 5.5 pollici risoluzione HD (720 x 1280), chip Snapdragon 430 con Adreno 505. La batteria è da ben 5000 mAh.

Anche qui ritroviamo la doppia fotocamera posteriore, quindi una principale da 13MP f/2.0 e una secondaria con ottica grandangolare che riprende un campo di 120 gradi.

Asus ha previsto diverse varianti, per quella base con 3GB di memoria RAM e 32GB di storage vengono richiesti 229 Euro, si sale ulteriormente per quelle poi con 4/64GB di memoria.

Scritto da Daniele Salimonti

Ho 21 anni, sono un appassionato di ogni tipo di tecnologia, sempre alla ricerca di novità nel campo hi-tech. Studente universitario al Corso di Laurea in informatica.

Commenti