,

Autenticazione in due fattori: arrivata con iOS 11 e macOS 10.13

Ecco l’autenticazione in due fattori introdotta da Apple su iOS 11 e macOS 10.13

Apple introduce l’Autenticazione in due fattori

Con l’arrivo dei nuovi iOS 11 per iPhone e macOS 10.13 per Mac, Apple ha eliminato la verifica in due passaggi per introdurre la verifica in due fattori.

Autenticazione-due-fattori

Autenticazione in due fattori: vediamo di cosa si tratta

La verifica in due passaggi è stata inserita da Apple a partire dal 2015, in aggiunta alla classica modalità di sicurezza: l’utilizzo della password.

L’autenticazione in due passaggi offre tuttora uno step di sicurezza in più; l’utente deve inserire sia la password che anche delle informazioni legate ad un dispositivo a lui associato che possa ricevere dei codici per essere poi immessi nella fase di accesso.

La società di Cupertino dopo due anni dal suo utilizzo ha deciso di rimuovere tale procedura poiché ritiene che la verifica a due fattori sia molto più sicura. Ma come funziona?

Autenticazione-due-fattori

Per poter utilizzare l’autenticazione in due fattori dobbiamo registrare uno e più dispositivi e dimostrare all’ecosistema Apple che siano in nostro possesso. Bisogna mostrare questo perché appena ne faremo richiesta, uno dei dispositivi (in nostro possesso), sarà abilitato a ricevere dei codici temporanei che ci daranno l’accesso ai nostri servizi Apple protetti da credenziali. La pagina ufficiale Apple riporta che, una volta dimostrato di essere noi i reali possessori dei dispositivi, il  codice di verifica non ci verrà più richiesto.

Quindi, oltre alla solita password, dovremo inserire anche il codice sincronizzato una volta soltanto.

In caso di problemi all’autenticazione dei nostri dispositivi, la prima volta che effettueremo il procedimento per abilitare la nuova modalità, ci verrà assegnata una chiave univoca (solo dedicata a noi) di 14 cifre che ci aiuterà a ripristinare il nostro accesso e a ri-verificare di essere in possesso dei nostri dispositivi attendibili.

Non serve nemmeno ricordarlo: bisognerà conserva questo lungo codice in un luogo sicuro per eventuali evenienze.

Per chi non ha la possibilità di poter aggiornate il proprio dispositivo ad iOS 11, quindi disposne di un dispositivo da iPhone 5 in giù, rimane attiva la verifica in due passaggi.

Scritto da Giulio Antenucci

Amo la musica, mi mette di buon umore. Appassionato di tecnologia: #APPLE addicted; amo essere sempre informato riguardo le ultime novità tecnologiche. Mi piace fotografare ed amo stare in compagnia davanti una birra

Commenti