,

eSIM cos’è e come funziona

Arriverà in Italia la eSIM?

Stanno prendendo sempre più piede in moltissimi paesi: parliamo della eSIM.

eSIM cos’è?

La eSIM sta arrivando in moltissimi paesi; purtroppo noi in Italia non ne facciamo parte. La eSIM è, in poche parole, l’evoluzione della SIM Card fisica che utilizziamo ormai da moltissimi anni.

Conosciamo tutti le caratteristiche e la forma della SIM fisica.

eSIM-Phone-Italia

A differenza della SIM fisica la eSIM può:

  • Essere integrata in un dispositivo sotto forma virtuale. Di fatti, la eSIM non è una scheda fisica come la conosciamo e tocchiamo con mano, non c’è bisogno di inserirla in un apposito slot per far comunicare il dispositivo alla rete mobile dell’operatore. Risiede già all’interno di un prodotto realizzato a posta per fruire di questo nuovo standard.
  • Favorire l’impermeabilità di un dispositivo. Per gli smartwatch, ad esempio, è buona cosa avere almeno la certificazione IP67. Anche perché se portiamo un orologio intelligente al polso, vogliamo fare le cose di tutti giorni senza toglierlo ogni volta: lavare le mani, fare la doccia, lavare i piatti, fare il bucato, etc… con l’adozione dell’eSIM si può impermeabilizzare in maniera molto più efficace un prodotto.
  • Rendere ancora più comodo il passaggio da un dispositivo all’altro. Con poche informazioni di carattere anagrafico, si potrebbe rimuovere l’identità legata al nostro numero da uno smartphone per farlo passare ad un altro.

eSIM su quali dispositivi è possibile utilizzarla

I primi dispositivi che adottano questo sistema sono: il nuovo Watch Serie 3 LTE di Apple e il Gear S3 Frontier di Samsung. Purtroppo per il panorama italiano dobbiamo fare alcune precisazioni. Infatti per il nostro paese primo non verrà commercializzato, mentre il secondo in Italia lo si può trovare ma ovviamente non funzionerà.

L’eSIM e la SIM classica possono coesistere entrambi su un terminale, anche se non possono essere attivate contemporaneamente; mentre la SIM standard è accettata in tutto il mondo, la eSIM deve essere supportata dall’operatore a cui ci si collega. Il gestore del Network che eroga il servizio deve adibire un software che gestisce il collegamento del dispositivo alla rete, in maniera differente dallo standard GSM che da ormai viene utilizzato da parecchi anni.

Sottolineiamo come, da qualche anno, gli iPad supportano già tale funzione e in alcuni paesi la utilizzano anche.

Gli operatori italiani dividono la questione in due macro-direzioni; la prima è la possibilità di fornire connettività ad una eSIM singola (quindi con un solo numero di telefono associato) e la seconda è fornire un servizio come quello di Vodafone con Vodafone BIS che offriva due SIM con il medesimo numero: ovviamente il secondo numero era da utilizzare con uno smartwatch dotato di connettività cellulare.

Con l’arrivo dei nuovi smartphone Google, Google Pixel 2 e Google Pixel 2 XL, che sono dotati anche di eSIM qualcosa potrebbe cambiare anche per noi in Italia: ricordiamo che la versione XL verrà commercializzata anche qui da noi. Per chi voglia acquistare questo prodotto segnaliamo che lo stesso è dotato comunque di slot per la SIM fisica, quindi nessun problema nell’utilizzo.

Come al solito il nostro paese impiega molto di più a mettersi al passo con le nuove tecnologie. C’è da sottolineare che al momento gli operatori guadagnano maggiormente con le SIM fisiche anzichè con le eSIM. C’è chi afferma che i nostri Network non hanno la tecnologia per gestire in rete anche le eSIM e hanno bisogno di una revisione importante.

Noi poveri mortali non dobbiamo fare altro che aspettare che la situazione migliori. Nel caso volessimo avere lo stesso numero per associare sia il nostro smartphone che il nostro smartwatch, ed abbiamo TIM come gestore, possiamo recarsi in un centro TIM e chiedere informazioni. Potrebbe esserci qualcosa di interessante.

Scritto da Giulio Antenucci

Amo la musica, mi mette di buon umore. Appassionato di tecnologia: #APPLE addicted; amo essere sempre informato riguardo le ultime novità tecnologiche. Mi piace fotografare ed amo stare in compagnia davanti una birra

Commenti