,

Vulnerabilità Wi-Fi già al sicuro sulle beta di Apple

Apple ha corretto la vulnerabilità del Wi-Fi

La vulnerabilità del Wi-Fi è già corretta sulle beta di Apple

Come riportato nel nostro precedente articolo, Mathy Vanhoef, un importante ricercatore di sicurezza dell’università belga di KU Leuven, ha scoperto e divulgato una serie di vulnerabilità del protocollo WPA2 che protegge tutte le moderne reti Wi-Fi.

Come riportato anche da MacRumors, Vanhoef ha scoperto che, sfruttando questa vulnerabilità, un malintenzionato può utilizzare i cosiddetti KRACK, o attacchi chiave di reinstallazione, per decriptare accedere a qualsiasi dato o informazione che viene trasmessa dalla vittima tramite rete Wi-Fi. Chi effettua l’attacco può intercettare il traffico delle reti sia pubbliche che private.

Apple ha corretto la vulnerabilità sulle versioni beta dei suoi OS

Apple ha già patchato la vulnerabilità del protocollo WPA2, resa pubblica nella giornata di ieri, su tutte le versioni beta attualmente disponibili per iPhone, iPad, Apple Watch, Apple TV e Mac. Il software sarà disponibile per tutti al termine del processo di revisione e testing da parte degli sviluppatori, nelle release ufficiali di iOS 11.1watchOS 4.1, tvOS 11.1 e macOS 10.13.1.

Questo sta a significare che una volta aggiornati i nostri dispositivi con la nuova versione di OS rilasciata da Apple, potremo utilizzare in sicurezza la connessione di qualsiasi access point, anche se quest’ultimo non contiene un software patchato. Allo stesso modo, aggiornato il software del proprio router, qualsiasi dispositivo che vi si connette via Wi-Fi sarà a prova di attacco.

Scritto da Giulio Antenucci

Amo la musica, mi mette di buon umore. Appassionato di tecnologia: #APPLE addicted; amo essere sempre informato riguardo le ultime novità tecnologiche. Mi piace fotografare ed amo stare in compagnia davanti una birra

Commenti