,

Pixel Visual Core: il primo SoC pensato per Pixel 2

Google ci ha nascosto un particolare hardware presente nei nuovi Pixel 2: il Pixel Visual Core

Pixel Visual Core: il SoC aggiuntivo scovato nei nuovi Pixel 2

Google, nel presentare i nuovi Pixel 2 e Pixel 2 XL, non ha svelato ogni dettaglio dei suoi futuri top di gamma. Stando a quanto emerso dalle prime analisi approfondite è emersa la presenza di un SoC aggiuntivo, oltre al principale Snapdragon 835, interamente realizzato dalla società di Mountain View.

Il chip in questione prende il nome di Pixel Visual Core e si tratta di una IPU (Image Processing Unit). Nello specifico trattasi di un componente hardware ancora dormiente che verrà attivato a partire dal rilascio di Android 8.1 Oreo, confermato ufficialmente da Google e in arrivo nelle prossime settimane.

Google-pixel-2-Pixel-Visual-Core

Pixel Visual Core: a cosa serve?

La IPU mostrata risulta essere un vero e proprio System on a Chip, vista la presenza di 8 core principali, un nono Cortex-A53, della memoria RAM LPDDR4 e così via. IN base a quanto riportato da Google, uno dei compiti principali del Pixel Visual Core è quello di gestire autonomamente la funzionalità fotografica HDR+, permettendo quindi di non far gravare questo compito sul SoC principale.

In questo modo Isi riuscirà ad ottenere delle prestazioni 5 volte più veloci e con un consumo pari ad un decimo di quello attualmente impiegato sui Pixel 2; naturalmente questo accadrà solo quando l’IPU verrà attivata. La scoperta del Pixel Visual Core è estremamente importante, in quanto rappresenta il primo segno tangibile della volontà di Google di realizzare dell’hardware esclusivo per i suoi terminali, differenziandoli notevolmente dalle altre proposte Android.

La gestione degli scatti HDR+ sarà solo il primo dei tanti compiti che verranno affidati, in futuro, a questo componente hardware; questo ha confermato Google. Il Pixel Visual Core verrà impiegato anche per svolgere ulteriori funzionalità di machine e image learningStando alla descrizione dei compiti, sembra che il Pixel Visual Core rappresenti la soluzione made in Google con cui rispondere alla recente ondata di Neural Engine integrata su SoC come Apple A11 Bionic e Kirin 970.

Google, inoltre, ha riferito di aver intenzione di aggiornare le Android Camera API per offrire la funzione HDR+ anche alle applicazioni fotocamera di terze parti, tuttavia questo avverrà solo dopo che il Pixel Visual Core verrà attivato in maniera ufficiale. Non ci resta quindi che attendere gli sviluppi che accompagneranno la nuova IPU nei prossimi mesi.

Non ci resta che provare i nuovi Google Pixel 2, aggiornati ad Android Oreo 8.1 per vedere in funzione il Pixel Visual Core.

 

Scritto da Giulio Antenucci

Amo la musica, mi mette di buon umore. Appassionato di tecnologia: #APPLE addicted; amo essere sempre informato riguardo le ultime novità tecnologiche. Mi piace fotografare ed amo stare in compagnia davanti una birra

Commenti