,

Smartphone pieghevoli: il 2018 sarà il loro anno?

Gli smartphone pieghevoli stanno arrivando

Smartphone pieghevoli: LG, Samsung, Huawei si stanno preparando

Sembra che LG, Samsung, Huawei si stiano preparando alla realizzazione di smartphone pieghevoli da sfoderare nei primi mesi del prossimo anno.

In base alle ultime voci che circolano in rete sembrerebbe che i tre produttori possano lanciare nei primi mesi del 2018 il proprio smartphone pieghevole. Al momento dobbiamo ancora capire cosa viene inteso con questa “etichetta”: per essere uno smartphone foldable un dispositivo dovrà disporre di un display flessibile e non curvo o stondato come se ne vedono in giro.

Si tratta quindi di fare due belle distinzioni: display pieghevole e display flessibile. Nel primo caso avremo in mano una sorta di doppio device; due schermi tenuti insieme da una cerniera; come il nuovo dispositivo Zte Axom M. Crediamo che l’utenza non abbia bisogno di questi dispositivi.

Nel secondo caso, display flessibile appunto, avremo tra le mani un dispositivo con un display flessibile almeno in una sua porzione, magari aggiuntiva allo chassis. In poche parole un dispositivo che non potrà mai piegarsi in toto, ma dividersi un più parti collegate tra loro e sganciate quando andremo a ripiegare lo schermo.

Smartphone pieghevoli: arrivano LG, Samsung e Huawei

Tra i primi produttori a muoversi in questa direzione troviamo LG che, già al MWC del 2014 svelò il primo prototipo di schermo flessibile per smartphone. Le indiscrezioni di alcuni mesi fa vedevano LG in procinto di presentare il nuovo dispositivo flessibile entro Natale. Al momento non crediamo sarà possibile!

Anche Samsung sembra essere al lavoro su un dispositivo dal display flessibile: il Galaxy X che sembra già essere un prototipo funzionante. Samsung sembra voglia lanciarlo già nel corso del 2018. Il principio di funzionamento, stando alle prime anticipazioni, è proprio quello che abbiamo spiegato nel paragrafo precedente. pezzi di hardware che si ripiegano su se stessi tenuti insieme da un display flessibile.

Questa caratteristica sarà in grado di trasformare uno smartphone in un oggetto poco più ingombrante di un accendino. Pochi gli esemplari disponibili; questo primo prototipo servirà a capire la richiesta degli utenti.

Anche Huawei, come confermato dal Ceo Richard Yu, si infila in questo settore. Dopo aver presentato il nuovissimo Mate 10 Pro (in arrivo in Italia a Novembre) il Ceo riporta che l’azienda è al lavoro su questi nuovi dispositivi e di avere già a disposizione un dispositivo funzionante.

Sembrerebbe che il dispositivo al quale stiano lavorando in Huawei avrà una forma a “conchiglia”, una specie di convertibile da tasca. Il prototipo sarebbe realizzato con due schermi che, nella parte centrale, quella della giunzione, presentano un piccolo vuoto, che come confermato dalla stessa Azienda “brutto da vedere”. 

Visti i tempi siamo sicuri che qualche dispositivo con display flessibile lo potremmo vedere già a partire dai prossimi appuntamenti internazionali come Las Vegas e Barcellona. Non ci resta che attendere ancora un po’.

Continuate a seguirci per tantissime novità in questo settore.

Scritto da Giulio Antenucci

Amo la musica, mi mette di buon umore. Appassionato di tecnologia: #APPLE addicted; amo essere sempre informato riguardo le ultime novità tecnologiche. Mi piace fotografare ed amo stare in compagnia davanti una birra

Commenti