,

Instagram Stories: come usarle meglio

Un piccolo manuale per usare le Instagram Stories

Instagram Stories: come sfruttarle

Passiamo la maggior parte del tempo sui nostri device. Conosciamo ormai tutte le mode del momento. Ci piace essere “Social”.

Chi di noi non utilizza Instagram? Credo che la maggior parte degli utenti sa di cosa stiamo parlando. Una delle funzioni maggiormente utilizzate di Instagram sono le Instagram Stories.

Se avete ancora dubbi vi consigliamo di leggere il nostro articolo su come pubblicare le foto presenti nella galleria

Le Instagram Stories sono uno dei formati più attuali e utilizzati. Gli utenti ne abusano, mentre le aziende le usano al fine di catturare la loro attenzione. Le Instagram Stories sono uno dei formati più attraenti e performanti dell’ultimo anno.

Vediamo insieme qualche consiglio pratico per sfruttare appieno le Instagram Stories

I periodi della giornata in cui viene registrato il maggior tasso di visualizzazione sono il primo pomeriggio, nella fascia 12.00 – 19.00 e, in particolare, la sera fino a tardi, nella fascia 20.00 – 00.00. Possiamo facilmente intuire che si tratta degli orari in cui gli utenti riescono a concedersi dei momenti di relax; e noi tutti abbiamo bisogno di riempire ogni momento con uno “scroll” dei feed dei nostri social.

Il maggior numero di utenti collegati sui social network lo troviamo durante la pausa pranzo, il ritorno a casa sui mezzi pubblici o nel momento di relax sul divano dopo cena. Sempre più spesso gli utenti si collegano senza la volontà di andare alla cercare qualcosa di specifico, per questo motivo dobbiamo essere molto stimolanti per attirare l’attenzione degli utenti, convincendoli di aver trovato quello che stavano cercando. Solo arrivati a questo punto, l’utente sarà spinto a concederci il proprio like o il proprio follow.

Stories e Stories ovunque.

Le Instagram Stories sono, per loro natura, un formato agile, che sfruttando il fascino della diretta e del rispondere alle esigenze riesce sempre più a colpire l’utente finale che le guarda. E’ molto importante attirare l’attenzione dell’utente nei primi secondi di fruizione del proprio contenuto. In poche parole più numero di post (nelle nostre Stories) ci sono, meno interesse avrà il nostro contenuto.

Consiglio:

Dobbiamo sapere che 30 Stories che raccontano la nostra giornata passata tra le mura di casa fatica a diventare un contenuto attraente per i nostri follower che, con molta probabilità, ci abbandoneranno dopo i primi secondi. Bisogna essere interessanti e soprattutto di impatto; la prima impressione è quella che conta.

Questo vale anche per i brand. Se risultiamo “uguali a tutti gli altri” non ci sarà concessa una seconda uscita.

Lo studio effettuato sulle Stories si Instagram ha portato a farci capire che coloro che sono “influenti” rispetto a una tematica ben precisa (fashion blogger, food blogger, travel blogger, …) hanno maggiori probabilità che i follower seguano interamente tutte le loro Storie.

Finora le Storie sono rimaste relegate nella barra in cima alla home dell’App. Ora Instagram sta lavorando all’inserimento di vere e proprie anteprime delle Stories direttamente all’interno del feed: una sorta di trailer che invita gli utenti a cliccare per visualizzare “come va a finire”. 

Cerchiamo la nostra tematica e facciamoci trovare con le Stories.

Se vogliamo invece visionare una Storia di Instagram in modo anonimo vi consigliamo di leggere il nostro articolo su come visualizzare le Stories Instagram in modo anonimo.

Scritto da Giulio Antenucci

Amo la musica, mi mette di buon umore. Appassionato di tecnologia: #APPLE addicted; amo essere sempre informato riguardo le ultime novità tecnologiche. Mi piace fotografare ed amo stare in compagnia davanti una birra

Commenti