,

Qualcomm ha siglato una partnership con Xiaomi, Oppo e Vivo

La nota azienda americana ha siglato un Memorandum d’intesa con le grandi aziende produttrici di smartphone Xiaomi, Oppo e Vivo

Questi 3 produttori di smartphone Xiaomi, Oppo e Vivo sono ormai diventati molto conosciuti e sono ormai alla pari dei più blasonati produttori come Samsung, LG, Huawei, Apple e tanti altri, tuttavia il mercato dove vendono di più e il mercato asiatico per precisare (India e Cina).

Per rafforzare la propria posizione questi produttori hanno siglato con Qualcomm un Memorandum d’intesa del valore di 12 miliardi di dollari nei prossimi 3 anni, dove esprimono un interesse non vincolante all’acquisto dei componenti di Qualcomm. Tutto ciò cosa vuol dire?

Vuol dire che Xiaomi, Oppo e Vivo potranno condividere brevetti ed avere una partnership tecnica con Qualcomm che permetterà a queste aziende di crescere ancora di più ma sopratutto implementare tecnologie molto particolari su cui Qualcomm sta lavorando.

Tutto ciò va a beneficio dei 3 produttori che potranno mettere le mani sulle ultime innovazioni riguardo le reti 5G e l’autenticazione biometrica dove Qualcomm regna, mentre per Qualcomm certamente il guadagno sarà economico.

Qualcomm ultimamente ha fatto parlar di se grazie al sua tecnologia di autenticazione biometrica con impronte digitali sotto il display che sta sviluppando ne abbiamo parlato in Qualcomm: ecco il sensore per le impronte digitali sotto il display ed inoltre da rumor recenti sta lavorando anche su un sistema di riconoscimento facciale 3D analogo al FaceID. 

Inoltre sta anche lavorando sulle reti 5G con lo sviluppo di nuovi modem da implementare nei SoC ne ho parlato in Nuovo record per T-Mobile, Nokia e Qualcomm 1.175 Gbps in download LTE.

 

Scritto da Davide Moro

Sono un ragazzo giovanissimo "tecnology addicted" pugliese precisamente di Ostuni, da quando ero piccolo già la tecnologia mi affascinava in tutti i suoi aspetti, alla fine è diventata una delle tante passioni che ho. E sopratutto mi piace condividerla con voi informandovi delle ultime notizie del settore.

Commenti