,

Google: Alcune app più utili potrebbero sparire dal Play Store

Su Android a rischio di cancellazione tutte le app che non dimostrano l’utilizzo dei servizi di accessibiltà

Google per rendere più sicuro il proprio sistema operativo mobile è disposto a fare di tutto, anche cancellare alcune app ed alcuni software che con il tempo sono diventate utili ed apprezzate dal pubblico.

Rischio malware nelle app che utilizzano i servizi di Accessibilità

Si è scoperto recentemente che alcuni malware che girano all’interno di alcune app, sfruttano nel loro codice sorgente alcuni servizi messi a disposizione degli utenti disabili per compiere le loro malefatte.

Questo ovviamente non vale per tutte le app che usufruiscono dei servizi di Google per l’accessibilità, ma comunque Google ha deciso di andare ai ripari decidendo di controllare alcune app che sfruttano questi servizi, che al momento sono in tante presenti nel Play Store.

Google setaccia le app del PlayStore che non rispettino i servizi di Accessibilità

Ci fidiamo che gli sviluppatori che utilizzano questi servizi per le proprie app le utilizzino in maniera lecita, ma purtroppo non è così per la società di Mountain View che sta inviando delle email agli sviluppatori di queste app per monitorarli.

Le app non a norma saranno eliminate dal Play Store entro 30 giorni

Gli sviluppatori così hanno due strade per tenere le proprie app pubblicate sul Play Store: rimuovere i permessi per accedere ai servizi di accessibilità oppure dimostrare che quell’app sia d’aiuto per un disabile entro 30 giorni dall’invio dell’email.

I trasgressori verranno eliminati dal Play Store senza alcun avviso scaduti i 30 giorni per aggiornare le proprie app o per renderle consone agli standard di Google.

Le app più a rischio chiusura dal Play Store perché utilizzano questi servizi

Le app a rischio che potrebbero chiudere i battenti sono il celebre Tasker, che automatizza qualsiasi tipo di operazione da parte dell’utente, Snap Drawer che fa apparire dall’alto un menu a tendina con tutti i widget a scelta e LastPass che inserisce in automatico le password nei campi di testo.

#Staytech #Staytechzoop

Buona reazione! 😀

Scritto da Stefano Santoro

Tutto ciò che riguarda hi-tech ed informatica mi ha sempre affascinato fin da piccolo, ho 20 anni e studio Informatica all'Università di Bari "Aldo Moro". Il mio sogno nel cassetto è fare della mia passione, l'informatica un lavoro; ma per ora mi fermo solo a condividere con voi questo nuovo, bellissimo ed inesplorato mondo che è l'informatica. That's me, enjoy it!

Commenti