, ,

Honor presenta il suo nuovo device: sarà un upgrade del Huawei p10?

Honor V10 dovrebbe essere presentato ad un prezzo da medio di gamma, ma con prestazioni TOP

Il prossimo 28 novembre sarà presentato a Pechino il nuovo smartphone dell’azienda cinese Honor: il V10.

  

Questi device sono prodotti da Huawei, che ha creato un’azienda “satellite” con la quale produce smartphone dalla qualità prezzo molto interessante: gli Honor condividono la stessa tecnologia e la stessa interfaccia della casa madre; questo implica una qualità molto elevata dei prodotti.

Secondo alcuni roumors, sul device dovrebbe essere montato un display con un formato 18:9 da ben 5,99” LCD con una risoluzione da 2160×1080 pixel protetto da un vetro Gorilla Glass.

Il cuore dello smartphone dovrebbe essere un SoC octa-core Kirin (prodotto da Huawei stessa) 970, dotato di una GPU Mali G72 MP12 ed una NPU dedicata che ne ottimizza le prestazioni, accompagnato da 6 giga di memoria RAM e 64/128 giga di memoria di archiviazione, a seconda della versione scelta.

Nella parte posteriore sarà presente una fotocamera con un doppio sensore: il primo da 16 Mega Pixel ed il secondo da 20 Mega Pixel. In posizione centrale è presente in sensore d’impronte digitali. Grande assente è la partnership con Laica, che invece è presente sui top di gamma Huawei. Nella parte anteriore ci sarà una fotocamera con un sensore grandangolare da 13 Mega Pixel.

La batteria che alimenterà il tutto dovrebbe essere da 3700 mAh, con il supporto alla Fast Charge: questo implica una ricarica più veloce rispetto ad una ricarica normale.

Ci sono molte possibilità per la quale il corpo dello smartphone sia di metallo e dovrebbe avere la porta USB type C e l’amato jack da 3,5mm.

Il sistema operativo istallato nello smartphone sarà Android Oreo 8.0, personalizzato da Honor tramite l’interfaccia proprietaria EMUI 8.0.

Nel mercato Europeo dovrebbe essere presentato il 5 dicembre, ma dovrebbe avere un altro nome: Honor 9 Pro. Huawei, grazie ad Honor riesce ad entrare a gamba tesa nella fascia medio/alta del mercato presentando un prodotto che dovrebbe possedere una scheda tecnica da “top di gamma” ma con un prezzo inferiore alla concorrenza: così facendo, la casa madre riesce a presentare dispositivi mobili per ogni fascia di prezzo.

Sono un ragazzo di 21 anni che ha la passione per qualsiasi cosa abbia un display che si accenda. Preferisco gli smartphone Android perché amo la personalizzazione assoluta.

Commenti