, ,

Detally: l’applicazione che monitora il consumo di dati

Google rilascia Detally ed è già un successo

Molto spesso ci ritroviamo ad utilizzare servizi online (es. Spotify – Amazon music Unlimited) che ci prosciugano i dati. Quante volte restiamo “senza internet” molto prima del rinnovo dell’offerta?

Per rimediare a questo, la multinazionale statunitense Google, che, per l’iniziativa Next Billion Users, ha programmato e rilasciato “Detally”. (In realtà, Google aveva già pubblicato questa applicazione, chiamandola Triangle, rilasciandola solo nelle Filippine).

Cos’è Detally?

È essenzialmente un’applicazione che monitora tutti i consumi dei dati e ci dà una panoramica, in tempo reale, delle app che ne consumano tanto. Come se non bastasse, scansiona il territorio, ci avvisa della presenza di rete Wi-Fi ed eventualmente spegne i dati e si collega alla rete trovata.

Una novità che viene introdotta rispetto alle app molto simili che sono presenti nel Play Store, è che possiamo consentire il consumo dei dati di rete solo per alcune applicazioni, e questo è un plus non da poco.

Ci sono dei requisiti per poter installare Detally?

Per installare sul proprio smartphone Detally, bisogna avere almeno la versione software 5.0 di Android.

Una volta effettuata l’installazione, l’applicazione ci chiederà di confermare determinati requisiti, ed una volta fatto tutto questo, si presenta una schermata molto pulita ed intuitiva.

Nella parte centrale, è possibile visualizzare, in costante aggiornamento, la quantità di dati che stiamo utilizzando.

Al di sotto, ci sono due tastini tondi:

  • Il primo ci fa accedere alla lista completa delle applicazioni, con accanto il numero di dati consumati: è possibile visualizzare un grafico a barre che ci darà una panoramica sui dati consumati giornalmente;

  • Il secondo ci permette di scansionare il territorio e di ricercare la rete Wi-Fi più protetta e stabile.

Nella parte più bassa, è presente la lista con tutte le applicazioni che hanno consumato dati nelle ultime 24 ore.

Al di sotto di questa lista troviamo l’opzione “Data Server”.

Grazie a questa, possiamo creare un indirizzo VPN “fittizio”, il quale bloccherà l’utilizzo dei dati delle applicazioni in background: ovviamente è possibile selezionare le applicazioni.

Le impostazioni non sono terminate qui! Google a messo a disposizione un database dove è possibile salvare le reti che abbiamo già utilizzato, così da collegarci appena entriamo del raggio della rete.

Detally, fino ad ora, ha avuto un impatto positivo nel parco applicazioni di Google: infatti sono stati effettuati più di un milione di download.

Riusciremo finalmente a non rimanere “a secco” di giga?

 

Sono un ragazzo di 21 anni che ha la passione per qualsiasi cosa abbia un display che si accenda. Preferisco gli smartphone Android perché amo la personalizzazione assoluta.

Commenti