,

Max Leitner e la sua visione dell’architettura contemporanea

Nikon ha collaborato con il fotografo tedesco Max Leitner per realizzare un progetto basato sulla rappresentazione in chiave innovativa dell’architettura contemporanea. Sarà riuscito nel suo intento?

Nikon ha voluto ingaggiare il noto fotografo tedesco Max Leitner per lavorare ad un importante progetto dedito a voler dare un nuova visione dell’architettura contemporanea e mettere in luce la qualità delle ottiche grandangolari Nikkor. Il progetto è stato sviluppato in Polonia (Varsavia), noto sito in cui sono presenti molte infrastrutture influenzate da questa idea di architettura originale e contemporanea. Insieme a lui ha partecipato attivamente il free runner Benni Grams che ha avuto un ruolo fondamentale nella scena poiché ha donato maggior enfasi e dinamicità agli scatti.

Max Leitner è stato molto contento di lavorare a questo progetto che ha definito molto coinvolgente ed entusiasmante. Le linee dell’architettura moderna, unite alla figura umana presente nel fotogramma, creano un’immagine dinamica ed affascinante, esse portano l’osservatore a chiedersi cosa stia accadendo all’interno dello scatto.

Max si è soffermato molto sull’idea di poter plasmare le linee per creare un senso di confusione o di pulizia, tutto questo grazie a delle scelte di composizione diverse fra di loro e all’utilizzo di una grande profondità di campo.

Per la sua realizzazione fotografica egli ha utilizzato alcune ottiche targate Nikkor, tra cui troviamo: il 16-35mm f/4 ED VR, il 14-24mm f/2.8 ED, il 24mm f/1.4G ED e il 35mm f/1.4G. Come corpo macchina, invece, la nuova Nikon D850 che si è dimostrata all’altezza per tutta la sessione di scatti.

 

Fonte: Nikon Italia

 

Fotografo in erba, amo comunicare con le mie immagini e parlare del mercato fotografico e tecnologico nelle loro più complete e disparate forme

Commenti