, , ,

Gli smartphone che hanno rivoluzionato il 2017 PT. TERZA

A fine anno possiamo tirare le somme su quel che è stato PT. TERZA

Dopo aver elencato i primi cinque smartphone/cellulari che hanno rivoluzionato il mercato (clicca qui per leggere l’articolo precedente), siamo pronti ad elencarne altri 6. Stiamo parlando de:

  • IPhone X;
  • Xiaomi MI MIX 2;
  • Google Pixel 2 & 2 XL;
  • Razer Phone;
  • One Plus 5T;
  • Huawei Mate 10 Pro.

Non ci resta che partire ed augurarvi buona lettura!

  • IPHONE X

Non c’è molto da dire: è l’IPhone che ha rivoluzionato il design della casa Americana. Ha eliminato il classico tasto centrale ed ha implementato una genialata: il FACE ID. A differenza dei soliti sistemi di sblocco attraverso il volto, quello del Cupertino effettua una vera e propria scansione tridimensionale del volto, aggiornando volta per volta il database contenente le informazioni del nostro volto. Oltre a questo, è il primo smartphone della mela che è quasi borderless: ne trae beneficio la maneggevolezza e la comodità d’uso. A differenza degli altri device, l’IPhone X è caratterizzato da una banda nera, posta nella parte superiore, che contiene tutti i sensori e la fotocamera anteriore. Hanno rischiato ed hanno vinto!

  • XIAOMI MI MIX 2

 

Questo è il secondogenito della famiglia MIX. Ha perso l’effetto WOW che aveva il suo predecessore, ma ne ha guadagnato di maneggevolezza e comodità d’uso. La particolarità è che è stata prodotta una versione totalmente in ceramica. Questo incrementa di molto la bellezza del terminale, ma potrebbe incidere sulla resistenza dello smartphone. Xiaomi ha cercato di rendere “utilizzabile” un device che ha stravolto il design classico degli smartphone.

  • GOOGLE PIXEL 2 & 2 XL

Google, con questi device, ha dichiarato guerra ad Apple. Non è uno scontro che si limita agli smartphone, ma a veri e propri ecosistemi. Google, a differenza dai terminali prodotti lo scorso anno, ha fatto centro. Oltre alla parte hardware di tutto rispetto, è il software che fa la differenza. In primis c’è l’assistente vocale. Questo, pur essendo stato implementato su tutti gli Android, sui device di casa Google ha un tocco in più. Riesce ad effettuare azioni con molta facilità e, in determinati casi, riesce ad essere più intuitivo di SIRI. Che dire: quest’anno c’è un concorrente in più per aggiudicarsi il titolo di smartphone dell’anno.

  • RAZER PHONE

Razer ha prodotto un terminale di nicchia: infatti questo smartphone è indicato principalmente ai videogiocatori. Infatti, grazie a determinati componenti (vedi gli 8 giga di memoria RAM) riesce a garantire un’esperienza di gioco fuori dal comune. Inizialmente molti erano scettici sulle vendite del Razer Phone, ma pian piano sono aumentate non di poco le vendite. Geniale!

  • ONE PLUS 5T

One Plus ha prodotto il suo primo smartphone con un form factor 18:9. Questo device, oltre ad essere molto prestante, è anche molto bello. Purtroppo, non è piacito molto alla community, la scelta di mercato effettuata da One Plus. Infatti, ad inizio anno, avevano presentato il One Plus 5, e molti utenti avevano acquistato quello (medesime prestazioni, ma con design classico): non si aspettavano che a distanza di mesi avrebbero presentato il 5T. Oltre questo, è stato un successo!

  • HUAWEI MATE 10 PRO

Il nuovo top di gamma targato Huawei è il primo smartphone ad aver implementato l’intelligenza artificiale. Questa garantisce che il device effettui determinate funzioni al posto dell’utente e, quest’ultimo, ne trae molti benefici. Per esempio, quando si inquadra un soggetto, riesce a capire che cosa stiamo fotografando, per impostare i parametri come meglio pensa. Chissà quante potenzialità possono offrire gli smartphone grazie all’intelligenza artificiale.

 

 

Sono un ragazzo di 21 anni che ha la passione per qualsiasi cosa abbia un display che si accenda. Preferisco gli smartphone Android perché amo la personalizzazione assoluta.

Commenti