in

GEEKY WOW HAI VINTO

TASTIERA MECCANICA RGB DA “GAMING” MOTOSPEED INFLICTOR CK104

La mia prima tastiera…meccanica.

L’articolo di oggi richiama un mio video pubblicato circa un anno fa. Il motivo per cui vi propongo questa recensione oggi, ultimo dell’anno, è perché voglio dare il giusto tributo ad un prodotto che ha rivoluzionato la mia postazione da lavoro/svago. Si tratta della mia prima tastiera meccanica, prodotto che proprio in questi giorni ho messo un po’ da parte, a malincuore, perché ho avuto la fortuna di poterne provare delle altre. Chissà se le nuove saranno capaci di mandare in pensione la mia Motospeed CK104, intanto senza spoileravi nulla su ciò di cui vi parlerò in futuro, ci concentreremo sulla tastiera di casa coreana.

Devo ammetterlo non sono un esperto di tastiere da gioco, utilizzo molto il PC per scrivere e non amo il gaming. Con tutta sincerità, però, sono sempre stato attratto dalle tastiere “tamarre” che si illuminano e offrono vari giochi di luce, anche personalizzabili. Allora mi sono deciso ad acquistare la mia prima tastiera meccanica, e la scelta è ricaduta su questa.

Perché ho scelto MOTOSPEED CK104.

Sinceramente guardando un po’ sui siti e cercando “tastiere meccaniche RGB” mi saliva la febbre nel guardare i prezzi. Si perché tastiere economiche che “si illuminano” o semplicemente meccaniche se ne trovavano a prezzi decenti, ma che fossero meccaniche ed RGB allo stesso stesso tempo no, almeno alla cifra che mi ero prefisso. Io guardavo le Logitech ma visto il prezzo, in quel momento mi passò la voglia e lasciai stare.

Dunque mi feci un giro su Gearbest e notai una tastiera in offerta (circa 40 euro), che era meccanica, RGB e di bell’aspetto allora pensai che come prima tastiera potesse andar bene quindi l’acquistai.

Link Motospeed CK104

IL PRODOTTO. CARATTERISTICHE.

La tastiera è in lega di alluminio, si alimenta tramite cavo USB 2.0 lungo 1,6 metri e pesa 850 grammi.

Tutti i tasti sono dotati di “anti-ghosting” ed ha un tempo di risposta di 3 ms.

La tastiera è disponibile in tre colorazioni : argento, rosso e rosa (io l’ho presa argento).

I tasti presenti sulla tastiera sono switch outemu blu, marca sempre cinese ma di buona qualità rispetto a altre meccaniche ancor più economiche.

Il meccanismo degli switch outemu blu.

LA MIA ESPERIENZA.

Utilizzo questa tastiera ormai da un anno e devo dire di essere totalmente soddisfatto. Mi piace la possibilità di poter cambiare il colore della tastiera a mio piacimento e sono totalmente assuefatto dal “rumore” che la tastiera emette ad ogni digitazione. La cosa non è tanto piacevole se digitate di notte e magari qualcuno dorme a casa.

L’unico aspetto negativo se così si può dire e la non possibilità di utilizzare il layout italiano; la tastiera ha il layout americano quindi o impostate il vostro PC con questa modalità (riabituandovi alla digitazione) oppure lasciate il layout italiano e scrivete come se niente fosse “a memoria” visto che sulla tastiera saranno raffigurati caratteri errati rispetto al tipo di layout scelto.

Vi lascio il video del mio unboxing e di un test sulle funzioni. Mi scuso per la qualità e l’audio in ritardo nel primo video.

Il video a cura di TechWorldAleAnt:

Condividete gli articoli e seguite TechWorldAleAnt sui social!

              

Written by Alessandro (techworldaleant)

Mi chiamo Alessandro, ho 33 anni, sono un malato di tecnologia e mi piace provare nuovi prodotti. Amo computer e smartphone e tutta le serie infinita di accessori e gadget ad essi collegati. Non sono un tecnico, mi piace descriverli e portare la mia esperienza in merito all'uso quotidiano.
Mi trovate sui social principali con il nick @techworldaleant

Gli smartphone che hanno rivoluzionato il 2017 PT. TERZA

Apple prodotti che potrebbero arrivare nel 2018

Apple: ecco con quali prodotti potrebbero arrivare nel 2018