in

GEEKY

Obiettivi Fissi vs Zoom: il perché preferire uno rispetto l’altro

Oggi vi parlo delle principali differenze tra le ottiche fisse e gli zoom, due tipologie di obiettivi che tutt’oggi creano molti dubbi sul loro acquisto o meno.

La fotografia è da sempre stata un mezzo molto potente dal punto di vista espressivo ed artistico, un mezzo che è riuscito in pochi anni a rivoluzionare la vita degli uomini e a cambiare la visione del mondo contemporaneo. Come sappiamo le nostre macchine fotografiche, per poter creare lo scatto, hanno bisogno della luce (onde elettromagnetiche) che viene inglobata ed “ordinata” dalle nostre ottiche che diventano come degli intermediari tra il sensore e la luce stessa. Nel mercato odierno esistono due tipologie di ottiche: i fissi e gli zoom. Tutte e due rispondono, in maniera adeguata, alle esigenze dei vari compratori, anche se esistono dei particolari momenti nella nostra produzione fotografica dove la scelta di una di queste due tipologie diventa essenziale ed importante. Le principali differenze tra le due sono:

Ottiche Fisse

  • Hanno una focale ben definita non cambiabile, quindi per poter creare un risultato diverso bisogna spostarci fisicamente con l’ottica (avvicinare o allontanare il soggetto)
  • Hanno un prezzo minore rispetto agli zoom (vista la loro minore presenza di lenti interne)
  • Hanno una qualità maggiore rispetto agli zoom (a parità di prezzo)
  • Hanno delle aperture focali minori rispetto agli zoom
  • Hanno dei pesi e degli ingombri in generi minori rispetto agli zoom (le loro dimensioni dipendono dal formato a cui sono rivolte e dalla loro apertura focale minima)
  • In caso di eventi veloci potrebbero risultare limitativi poiché non si può cambiare la focale se non cambiando direttamente l’obiettivo

 

Ottiche Zoom

  • Sono comodi avendo una maggiore escursione focale rispetto ai fissi
  • Riducono la possibilità di poter perdere scatti durante eventi veloci
  • Hanno dei pesi maggiori e degli ingombri maggiori rispetto ai fissi
  • Le loro versioni “premium” hanno dei prezzi molto alti
  • Le loro versioni “cheap” hanno una qualità molte volte insufficiente rispetto a quella che si può ottenere con lo stesso prezzo con i fissi
  • Sono mediamente più bui, o comunque non raggiungono le aperture di diaframma dei fissi

 

In definitiva, se siete alla ricerca della massima qualità ad un prezzo abbastanza contenuto puntate sulle ottiche fisse, se invece volete avere una maggior versatilità, vuoi per non cambiare sempre ottica oppure perché i fissi non vi stanno a genio, puntate sugli zoom (magari quelli un pò più costosi per sfruttare meglio il sensore della vostra macchina).

 

 

 

 

 

Written by Gianluca De Dominici

Fotografo in erba, amo comunicare con le mie immagini e parlare del mercato fotografico e tecnologico nelle loro più complete e disparate forme

Gram la cryptovaluta di Telegram raccoglie 3,8 miliardi di dollari per lo sviluppo

Telegram X disponibile su Android: le nostre prime impressioni