in

Samsung: domanda di OLED in calo a causa di iPhone X

iPhone X e display Samsung

Bassa domanda di display OLED di Samsung dovuta anche dei bassi ordini per iPhone X

Il colosso coreano Samsung sembra essere alla ricerca di nuovi clienti per i suoi pannelli OLED. Stando a quanto emerso dal report pubblicato da Nikkei Samsung deve fare i conti con un eccesso di capacità produttiva causato anche dal taglio degli ordini dei componenti dedicati ad iPhone X.

Samsung: domanda di OLED in calo a causa dei bassi ordini per iPhone X

Samsung aveva deciso di rafforzare la propria filiera in previsione di un aumento della domanda per iPhone X; questo non è avvenuto ed ora Samsung si trova ad utilizzare le proprie catene per la realizzazione di pannelli OLED al 50-60% della capacità produttiva massima.

La riduzione degli ordini per iPhone Xdimezzati nel corso dell’attuale trimestre in cui erano previste spedizioni per 40 milioni di pannelli, ha sicuramente contribuito a questo scenario, tuttavia non è questa l’unica fonte di problemi per la società sudcoreana.

Samsung: i problemi non solo per causa di iPhone

Non solo Apple con il suo iPhone X, ma anche altri produttori stanno causando la battuta di arresto per Samsung. Sembrerebbe che la maggior parte di loro si stanno dimostrando lenti ad abbandonare gli LCD.

Le motivazioni risiedono nei costi più elevati derivanti dall’applicazione di questa tecnologia, dal momento che un pannello OLED può costare dal 100% al 40% in più rispetto ad un tradizionale LCD, quest’ultimo scelto ancora nella maggior parte dei casi. La stessa Samsung, stando agli ultimi dati, ha ridotto il numero di display OLED utilizzati sui suoi smartphone rispetto al 2016, al fine di poter il prezzo e competere nelle fasce di mercato più popolari.

Samsung versus Smartphone cinesi

Altro fronte sul quale Samsung è costretta a confrontarsi è quello degli smartphone cinesi. I produttori cinesi stanno aumentando la loro offerta recuperando sempre più terreno nei confronti di Samsung e raggiungendo capacità produttive e livelli qualitativi elevati, con cui minacciano lo strapotere dell’azienda di Seoul, che al momento detiene il 95% del mercato mondiale degli OLED.

Come conseguenza, i prezzi dei display OLED non flessibili, quindi montati su supporto in vetro, hanno cominciato a calare.

Gli ultimi dati riportano che entro il 2020 dobbiamo attenderci il doppio della fornitura mondiale di schermi OLED, rispetto al 2017. Questo dato è conseguenza anche dell’ingresso a pieno regime di LG Display, BOE Technology Group e Tianma Microelectonics, le quali hanno recentemente dato il via all’apertura di nuove fabbriche.

Fonte: Nikkei

Written by Giulio Antenucci

Amo la musica, mi mette di buon umore. Appassionato di tecnologia: #APPLE addicted; amo essere sempre informato riguardo le ultime novità tecnologiche. Mi piace fotografare ed amo stare in compagnia davanti una birra

Instagram: come fare lo screenshot alle storie senza farsi beccare.

Iliad in Italia: lancio ufficiale ai primi di Aprile 2018 con nome Iliad