in

PIANGO WOW

Fibra Ottica in Italia

Tutto su cos’é, come funziona e quando arriverà la fibra a casa tua

La prima fibra ottica in Italia è stata posata a Torino, nel 1977, ma ancora oggi dopo oltre 40 anni ci sono comuni dove questa infrastruttura non é stata ancora installata.

Cos’è la Fibra Ottica

Ormai stanno sempre prendendo più piede in diversi ambiti, da quello decorativo natalizio a quello tecnologico.

fibra ottica impianto casa

In tutti i casi le fibre ottiche sono filamenti di materiali capaci di condurre elettricamente la luce. Una particolarità a livello fisico é il loro peso, pensate che un kilometro di fibra ottica pesa meno di 2 kg.

Tornando a noi, vengono impiegate nel campo delle comunicazioni perché un segnale, anche percorrendo lunghe distanze, ha una perdita di potenza minore rispetto ai cavi in rame usati per l’ADSL.

Funzionamento della Fibra Ottica e differenze con ADSL

Non analizzeremo il funzionamento interno della fibra ottica che, come dice Wikipedia: “richiede concetti di optoelettronica e ottica quantistica”. Ma vedremo come intorno ad un termine così generico come fibra ottica si nascondono diversi tipi di tecnologie.

Prima però voglio dirvi la differenza tra ADSL e Fibra Ottica

ADSL

L’ADSL ovvero Asymmetric Digital Subscriber Line (Linea Asimmetrica di Sottoscrizione Digitale) é una tipologia di infrastruttura del campo delle telecomunicazioni che sfrutta il doppino telefonico, noto anche come filtro ADSL, che serve a separare nel punto della rete di accesso a internet, ovvero dove c’é l’utente finale, il segnale telefonico dal segnale dati che fino a quel momento viaggiano sulla stessa linea.

verifica copertura adsl

L’ADSL è definita linea asimmetrica perché come si può notare da uno speedtest la velocità di ricezione è maggiore rispetto a quella di trasmissione ovvero il download è maggiore dell’upload.

Questa tecnologia a differenza della fibra ottica di cui parleremo fra poco sfrutta per la maggior parte o comunque per il collegamento terminale dalla centrale telefonica a casa dell’utente, dei cavi in rame.

Esistono poi diverse tipologie di ADSL, ve ne elenco le 2 varianti più comuni in Italia divise in base alla velocità di download:

ADSL 7 Mbit/s

É caratterizzata dal collegamento dei cavi fino alla centrale in rame che poi continua fino ai cabinet (armadi di strada) fino a casa dell’utente finale.

ADSL 20 Mbit/s

A differenza della precedente il collegamento fino alla centrale é realizzato in fibra ottica e solo poi, fino a casa dell’utente diventa in rame.

Fibra Ottica

A differenza dell’ADSL che é definita “Connessione a Banda Larga” le connessioni in fibra ottica sono definite “Connessioni a Banda Ultra Larga“.

Potenzialmente le connessioni in fibra ottica possono raggiungere già oggi velocità fino a 1 Gigabit/s ma esistono varie tipologie di connessione in fibra. Le più diffuse in Italia sono FTTC, FTTH e FTTW.

FTTC

É la più comune in Italia ma non tutti sanno che in altri paesi, come ad esempio la Francia, quando si parla di fibra l’FTTC non é considerata tale.

FTTC vuol dire infatti “Fiber To The Cabinet“, letteralmente “Fibra fino all’armadio stradale” e non fino a casa dell’utente.

copertura fibra

Quindi, Che differenza c’é tra ADSL e Fibra Ottica?

A differenza dell’ADSL che porta la fibra, nella sua versione ADSL2+ (20 Mbit/s) fino alla centrale l’FTTC porta la fibra anche dalla centrale fino agli armadi stradali, più vicino quindi all’utente finale.

L’ultimo tratto però, dal cabinet fino all’utente, rimane in rame come l’ADSL. Per questo la velocità dell’FTTC non è quasi mai quella che si sottoscrive infatti dipende dalla distanza tra utente finale e cabinet al quale si è collegati, a causa del cavo in rame che, per questioni fisiche, non riesce a mantenere la stessa potenza di segnale allungandosi.

Ad esempio se si sottoscrive un contratto di fibra ottica telecom a 100Mbit/s se la nostra abitazione è a 100-300 metri di distanza dall’armadio di strada la nostra velocità di ricezione sarà pressoché quella del contratto mentre se siamo, facciamo un esempio, a 1,5 chilometri di distanza dal cabinet la velocità sarà di circa 20Mbit/s, come l’ADSL praticamente.

Questa tecnologia è caratterizzata da una struttura diversa degli armadi, che per quanto riguarda TIM hanno dei sopralzi al cui interno sono inseriti un ONU (Optical Network Unit) che serve a collegare l’utente finale, connesso con cavo in rame fino all’armadio, alla rete di accesso realizzata in fibra dall’armadio alla centrale.

Per quanto riguarda invece la Fibra Fastweb e la Fibra Vodafone questi dispositivi non sono esterni ma sono inseriti dentro li armadi proprietari dato che queste due società quando realizzano un’infrastruttura FTTC installano nuovi armadi dedicati e non usano in WholeSale (in appoggio), li armadi di TIM, come succede invece con l’ADSL.

FTTH

L’FTTH è l’infrastruttura più costosa ma quella più producente a lungo termine. Vuol dire “Fiber To The Home” ovvero “Fibra fino a Casa” ed è la vera fibra ottica a prova di futuro.

In Italia si sta espandendo sempre di più, soprattutto nelle città ma anche, grazie al Grande Progetto BUL di cui parleremo anche in questo articolo, nei piccoli comuni.

Un dispositivo di cui l’utente ha bisogno per ricevere l’FTTH è il ROE (Ripartitore Ottico di Edificio) che serve ad estendere la fibra che viene dalla strada in verticale dentro un edificio.

richiedere allacciamento fibra ottica

A differenza di TIM che offre anche, in alcune città il servizio FTTH la più grande azienda installatrice di fibra ottica fino a casa é Open Fiber, società che sta realizzando la fibra italiana pubblica di proprietà statale, quindi dei cittadini. Sono poi li operatori telefonici (Vodafone, Fastweb, Tiscali, etc…) che potranno richiedere la gestione del servizio finale da vendere agli utenti.

Le differenze tra FTTH e FTTC sono:

  • Velocità di trasmissione fino a 1 Gigabit/s già oggi per l’FTTH e 200 Mbit/s per l’FTTC
  • Maggiore affidabilità data la velocità non limitata dalla distanza tra utente e cabinet
  • Immunità della fibra alle interferenze elettromagnetiche
  • Costi di manutenzione ridotti
  • Maggiore efficenza per il gaming, servizi cloud e transazioni online
  • Tanti vantaggi in più per le aziende e la Pubblica Amministrazione
FTTW

Infine un’altra tipologia di connessione in fibra ottica è l’FTTW ovvero “Fiber To The Wireless“, “Fibra fino alla Base Radio“.

Soprattutto utilizzata nelle zone poco accessibili ai lavori stradali o in quelle zone dove sono presenti le cosiddette “case sparse“.

Vengono posizionate delle antenne radio in dei punti strategici, di solito su delle montagne o colline che si trovano più in alto rispetto alle zone da coprire. Fino a queste antenne arriva il cavo in fibra ottica.

L’utente finale dovrà installare, per ricevere il segnale, un’antenna da posizionare appena fuori l’abitazione (balcone/terrazza) o sul tetto.

Un’azienda pioniera in Italia di questo tipo di tecnologia è Eolo ma ce ne sono tante altre, alcune addirittura operano solamente in zone specifiche.

Verifica Copertura Fibra Ottica

Ogni settimana avvengono lavori di posa e attivazione della Fibra Ottica in tutta Italia. Se vuoi sapere quando arriverà nel tuo comune e quando verrà attivata ti consigliamo dei siti web molto interessanti per scoprirlo.

Scopri gli Obiettivi di Copertura del Territorio

Sul sito del Piano Strategico Banda Ultra Larga puoi scoprire quando verrà posata (e non necessariamente attivata) la fibra ottica nel tuo comune.

copertura infratel

Inoltre puoi sapere se la tecnologia che verrà utilizzata sarà FTTC o FTTH in base alla velocità che puoi selezionare dal menu a tendina. Se quando selezioni un anno tra quelli proposti e 100 Mbps il tuo comune risulta coperto allora vuol dire che verrai coperto da FTTH (velocità di download a partire e non massimo, 100Mbit/s) mentre se il tuo comune risulta coperto solo quando imposti 30 Mbps vuol dire che, almeno per l’anno in questione verrai coperto da FTTC (minimo 30Mbit/s).

Puoi inoltre verificare se l’intervento di posa della fibra ottica sarà effettuato dalla tua regione (intervento pubblico) o da un intervento privato (Open Fiber o FlashFiber).

Verrò coperto da FTTC di TIM?

Ogni settimana TIM aggiorna il suo database di centrali/armadi in pianificazione per l’attivazione della fibra ottica. Se vuoi controllare se sarai coperto da fibra FTTC puoi consultare il sito FibraClick che si aggiorna ogni settimana in base al database di TIM.

Verrò coperto da FTTH?

Se vuoi scoprire se il tuo comune verrà coperto da FTTH puoi verificarlo su questa pagina del sito di OpenFiber dove tutto il Grande Progetto BUL è diviso in bandi e fasi.

Aggiornamento Lavori Progetto BUL 16 Marzo 2018 – Stato FASE 1

Aggiornamento Lavori Progetto BUL 16 Marzo 2018 – Stato FASE 2

A quale cabinet sono connesso?

Se hai una connessione ADSL o FTTC e ti interessa conoscere a quale armadio di strada sei connesso, e la distanza, puoi consultare la pagina di Verifica Copertura Fibra Ottica di Planetel

Spero che quest’articolo sia stato chiaro ed esaustivo, per qualsiasi dubbio commenta qui sotto oppure sulla Pagina Facebook di Techzoop. Ci trovi anche su Instagram e Telegram dove potrai rimanere sempre aggiornato sulle notizie più importanti dal mondo della tecnologia.

google wear os

Android Wear diventa Wear OS

come effettuare registrazione mytim mobile

Come effettuare la registrazione a MyTim Mobile