in

Streaming e consumo dati: come tenere tutto sotto controllo con Google Datally

Se è vero che il volume del traffico dati procura meno pensieri rispetto al passato, grazie alle offerte sempre più generose degli operatori italiani, è altrettanto vero che le principali piattaforme di streaming necessitano di sempre più banda per visualizzare i contenuti in alta qualità.

Per questo è importante adottare piccole astuzie e tenere sotto controllo i consumi con app dedicate, in modo da evitare spiacevoli costi extra.

Quanto consumano le principali piattaforme di intrattenimento in streaming: Netflix, Dazn e Spotify

Talvolta non si conoscono o si sottovalutano i consumi di cui necessitano le principali piattaforme online dedicate all’intrattenimento. Non tutti gli amanti di Netflix sanno che la piattaforma utilizza circa 1 GB all’ora per riprodurre video in definizione standard, mentre per i contenuti in HD sono necessari fino a 3 GB ogni ora. Netflix è un ottimo compagno di viaggio e in molti utilizzano la piattaforma anche in mobilità sfruttando la comoda funziona di download: in questo modo si può utilizzare la connessione di casa per scaricare i contenuti e vederli in un secondo momento.

Dazn, nuova piattaforma dedicata al mondo dello sport, richiede un consumo di dati da smartphone e tablet tutto sommato contenuto: scegliendo l’impostazione di risparmio dati, sono necessari circa 8 MB al minuto, ma senza questa vengono consumati 20 MB per un video di un minuto.

Chi affida il ritmo delle proprie giornate a Spotify deve prestare attenzione per non rischiare di esaurire il traffico dati a disposizione: molto dipende dall’opzione che si sceglie per la riproduzione della musica, la qualità può essere normale, alta o massima, in base a ciò il consumo sarà rispettivamente di 0,72 MB, 1,2 MB e di 2,4 MB per ogni minuto.

Come tenere sotto controllo la propria soglia di consumo dati: alla scoperta di Datally

Rinunciare a film, sport e musica in streaming ormai è impensabile. Non resta che tenere sotto controllo il consumo dati, per evitare sorprese quando si andranno a consultare i propri “contatori”.

Il modo migliore è usufruire quando possibile della connessione WiFi, ricordano sempre di switchare dalla connessione dati dello smartphone al collegamento di casa quando si utilizzano le piattaforme in streaming da device mobile. Sono molti gli operatori che propongono offerte per la connessione web, come nel caso di Linkem che permette di avere internet illimitato a casa, con il vantaggio di poter utilizzare i servizi in streaming alla massima qualità video/audio senza compromessi o brutte sorprese.

Altro valido aiuto è rappresentato da Datally, l’App sviluppata da Google per risparmiare giga sullo smartphone, visto che se si dispone di un piano dati limitato, controllare il traffico diventa necessario. Una volta scaricata, Datally consentirà di risparmiare automaticamente traffico dati attraverso le voci “Set up data server” e “Manage data”, che consentono di verificare quali applicazioni consumano e quando, con la possibilità di impostare anche un limite giornaliero. Altra comodità è la funzione “Find WiFi” per intercettare reti WiFi gratuite presenti nelle vicinanze attraverso una comoda mappa.

Ecco allora che seguendo qualche piccola attenzione potremo vedere i nostri contenuti in tutta tranquillità e senza pensieri.

iPhone X, Samsung Galaxy S9, Xiaomi Mi 6 Hacked al Pwn2Own di Tokyo

La tecnologia sotto l’albero: i 5 regali tecnologici da donare a colleghi e clienti