Tech

Come testare e rivedere gli auricolari wireless Becca Farsace

Come testare e rivedere gli auricolari wireless Becca Farsace

Le recensioni degli auricolari wireless non accadono per caso. Tre settimane fa, ho messo le mani su sette paia di auricolari wireless per trovare l’opzione migliore per meno di $ 100. Può sembrare il giorno di Natale a molti, ma la vista di un tale mucchio sulla mia scrivania emana un dolore all’orecchio e l’inevitabile sensazione di dover trovare nuova musica che ami o podcast per abbagliare. Non fraintendermi, amo il mio lavoro, ma quello che nessuno mi ha detto di una revisione tecnica è che ci vuole tempo e dedizione.

Quando ho cercato gli auricolari che volevo testare, ho iniziato con aziende rispettabili con processi di assistenza clienti consolidati. Ho anche inviato molti messaggi Slack al mio collega Chris Welch che recensisce anche le cuffie wireless il bordo. Poi gli auricolari hanno iniziato a piovere.

Inizio sempre a testare i miei auricolari allo stesso modo: indosso ogni modello per almeno un ciclo della batteria per avere un’idea di associazione, controlli, durata della batteria e comfort. Un buon auricolare wireless dovrebbe spuntare quattro caselle per me: buona qualità del suono, robusta connettività bluetooth, vestibilità comoda senza essere troppo grande e durata della batteria sufficiente per almeno quattro ore di ascolto continuo. Oh! E un buon microfono è un grande vantaggio, ma mi rendo anche conto che non tutti parlano al telefono come me.

Le cuffie OnePlus Buds Z sono leggere e confortevoli anche durante lunghe sessioni di ascolto.
Foto di Alex Diaconis / The Verge

I controlli touch sono importanti per le persone che non vogliono estrarre il telefono per controllare la propria esperienza.
Foto di Alex Diaconis / The Verge

Skullcandy Indy Evos ha una vestibilità davvero comoda che si sentirà al sicuro per gli utenti di auricolari wireless per la prima volta.
Foto di Alex Diaconis / The Verge

Per questo video, ho testato Skullcandy $ 59,99 Sesh EvoSkullcandy $ 79,99 Indy Evo, Il $ 49,99 OnePlus Buds Z, Il $ 49,99 in più rispetto a PistonBuds, Il $ 69,99, JBL Tune 215TWS, Il $ 30 JLab Go Air, E il $ 99,99 JLab Epic Air ANC Cuffie. Questi sono i soliti prezzi al dettaglio per ogni modello, ma spesso sono in saldo e non è difficile trovarne uno a un prezzo inferiore al prezzo dell’adesivo.

Nel primo round di test, sono state effettuate tre eliminazioni. Prima di tutto, i Sesh Evos di Skullcandy per i loro boccioli di grandi dimensioni che non rimangono mai nelle mie orecchie e il loro sacchetto di plastica super economico. Quindi, 1More PistonBuds è stato eliminato perché doveva prima estrarre il bocciolo destro dal case in modo che si collegasse al bocciolo sinistro, che si sarebbe poi connesso al mio telefono: un processo noioso e goffo. Se non tiro i PistonBuds in questo ordine, il bocciolo sinistro si connetterà al mio telefono prima di chiamare il bocciolo destro e quindi riprodurrà solo i media dall’orlo sinistro. Infine, i JLab Go Air sono stati tagliati corti a causa del loro design aperto, che, nonostante avesse un magnete per mantenere gli auricolari in posizione, li ha fatti uscire dalla borsa nella mia borsa.

Con quattro mariti rimasti, era il momento del secondo round: selezione naturale. A questo prezzo, la differenza in ogni modello è appropriata, qualità costruttiva e connettività. Tengo tutto il mio ancora in cuffia in una pila sulla mia scrivania e ogni mattina vedo da cosa sono naturalmente attratto e quando. Molto rapidamente, sono stato in grado di individuare la mia coppia preferita. Sebbene manchi molti dei controlli touch che amo sugli altri modelli, ho continuato a tornare a OnePlus Buds Z a $ 49,99.

Le cuffie OnePlus Buds Z offrono un audio completo in un pacchetto compatto e conveniente.

OnePlus Buds Z, nella foto dallo scaffale, è un ottimo auricolare wireless economico che costa solo $ 50.
Fotografia di Chris Welsh / The Verge

I lettori OnePlus Buds Z da 10 mm offrono bassi completi con una discreta separazione di alti e bassi, ma soprattutto hanno bassi. La resistenza all’acqua IP55 e gli auricolari in silicone bloccano i rumori abbastanza forti da farti sentire chiaramente la musica, anche in metropolitana. Sto prendendo ciascuna delle mie scelte migliori in alcuni viaggi in metropolitana per testare quanto audio è bloccato e quanto è forte la loro connessione Bluetooth. Mentre passeggiavo per Brooklyn di notte, non ho mai avuto il fastidio di portare a casa questa piccola e leggera Bud Z, e ho scoperto che potevo indossare comodamente i boccioli per lunghe sessioni di ascolto.

Di solito, nella fase in cui ho fatto il mio test in cui ho scelto un vincitore, avevo i miei amici a cucinare fuori e testare gli auricolari a molla su di loro. Subito dopo cena, prendevo le mie migliori scelte e una bottiglia di alcol denaturato e andavo a provare ogni paio. Questa volta, ho dovuto contare su più Slack di Chris Welch e un amico fidato. Ma anche con un gruppo più piccolo, la scelta era chiara.

Dalla qualità del suono bilanciata con bassi decenti, un microfono che posso usare per le chiamate Zoom e una vestibilità comoda, Buds Z si sente molto più premium di altri auricolari in questa fascia di prezzo. Hanno anche una custodia che non si sente in plastica, anche se manca di ricarica wireless, che è una delle mie caratteristiche preferite. Con questo prezzo, c’è davvero poco di cui lamentarsi. Guarda il video per ulteriori informazioni su OnePlus Buds Z e per vedere cosa scegliere come seconda e terza scelta.

READ  AirPods Max potrebbe costare $ 549, ma manca una caratteristica importante

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *