I benchmark di Apple M1 e come tradurli in un utilizzo reale

Oggi è apparsa un’ondata di benchmark di Apple M1 con Recensioni per nuovi Mac Inoltre i computer stanno raggiungendo i primi clienti. Ora abbiamo alcuni ottimi esempi di ciò che è impressionante Il nuovo M1 Mac Abilità significa prestazioni realistiche.

La scorsa settimana ha visto i primi benchmark di Apple M1 con il nuovo Il MacBook Air batte il MacBook Pro da 16 pollici In entrambi i gradi singoli e multi-core. Poi ieri abbiamo visto tutto La gamma di Mac di Apple M1 batte tutti i Mac Intel In un posto i punteggi e Alcuni risultati selvaggi per Cinebench.

Oggi, con il lancio delle recensioni e il primo Mac M1 nelle mani dei clienti, abbiamo un sacco di convalida di quei primi risultati impressionanti da quasi tutti gli standard disponibili, ma oltre, alcuni esempi concreti di quanta differenza apportano i chip Apple Silicon al loro flusso di lavoro del mondo reale. .

Come i benchmark di Apple M1 si traducono in prestazioni reali

Lo sviluppatore Paul Hudson ha condiviso questo esempio di un MacBook Pro M1 con 16 GB di RAM decomprimendo Xcode in soli 5 minuti, nel frattempo, il MacBook Pro 8-core Intel i9 da 8 pollici con 64 GB di RAM ha impiegato più di 13 minuti per fare lo stesso.

Rileva che il Mac ha un’età di $ 6.000 Essere bussato Da $ 2.000 MacBook Pro.

TechCrunch Matthew Panzarino ha trovato la stessa velocità di 5 minuti per decomprimere la versione beta di Xcode (su tutti e tre i Mac M1) anche se il suo tempo è 7 minuti più veloce per un MacBook Pro Intel da 16 pollici rispetto a Hudson.

READ  Guarda il MacBook Pro M1 Obliterate 2020 Intel MacBook Pro nei test di velocità

Un altro ottimo esempio nel mondo reale della potenza del Mac M1 è la GIF qui sotto che mostra il dispositivo che apre istantaneamente tutte le app nel dock senza alcun ritardo. Panzarino sottolinea: “È difficile fargli fare inciampare qualcosa e il tifoso non va mai avanti”.

Mentre la maggior parte degli account sembra mostrare meno di 15+ ore di durata della batteria che Apple afferma per i nuovi MacBook Air e Pro, indicano un miglioramento significativo dell’efficienza energetica e della durata della batteria rispetto ai MacBook Intel.

Ecco uno sguardo ai benchmark di Apple M1 per le aggregazioni WebKit, che lo rendono più veloce degli Intel MacBook pur utilizzando una frazione della sua durata della batteria, come una batteria del 9% utilizzata rispetto al 39 o 76%! (Attraverso Recensione Panzarino):

In termini di prestazioni, il Mac mini M1 batte il Mac Pro 2019 qui.

Un’altra nota interessante di Panzarino è che “anche quando è apparso lo scambio, non si è notato affatto”. Pensa che dovresti chiedere molto al tuo Mac per aver bisogno di più di 16 GB di RAM su questi Mac M1.

Infine, un esempio di giochi realistici da il bordo Dieter Boone interpreta Shadow of the Tomb Raider su M1 MacBook Air. Le prestazioni grezze non sono enormi, ma il suo punto è che parla relativamente grande al notebook base di Apple, che è un dispositivo senza ventola con una GPU integrata per eseguire il gioco a 38 fps con i sottotitoli di Rosetta 2 – non originale!

READ  MacBook Air M1 vs Dell XPS 13: quale laptop vince?

Boone menziona anche nel suo libro Revisione L’M1 MacBook Air “ha quasi superato tutte le aspettative”.

Come abbiamo notato all’epoca, i MacBook M1 sono ancora nuovi Sfortunatamente hai webcam a 720p. Apple dice che è stato migliorato con un nuovo processore di segnali di immagine per ottenere un’immagine migliore, ma Bohn e altri dicono che è ancora “orribile”.

Ma nel complesso, i nuovi Mac M1 sono fantastici. Cosa ti piace di più dei benchmark di Apple M1 e delle prestazioni realistiche che vediamo? Fatecelo sapere di seguito nei commenti!

FTC: utilizziamo link di affiliazione per guadagnare. Di Più.


Dai un’occhiata a 9to5Mac su YouTube per ulteriori notizie su Apple:

Written By
More from Ayhan

Problemi con GateKeeper di Apple potrebbero aver rallentato il tuo Mac in precedenza

Sviluppatore Mac e iOS Jeff Johnson È stato confermato Il sistema operativo...
Read More

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *