Tech

Il 31 dicembre 2020, Adobe Flash è scomparso. Perché siamo giunti alla fine e cosa accadrà ai browser

Adobe chiuderà definitivamente Flash Player il 31 dicembre 2020 e non ne consentirà più il download e smetterà di supportarlo. È stato annunciato tre anni fa, ma è una sorta di programma che non può essere separato dall’alto e rimarrà sui computer degli utenti fino a quando non lo disinstalleranno e non ci saranno più applicazioni di cui trarranno vantaggio.

Nei suoi 24 anni di vita, Flash Player ha fatto molto per il Web, ma era uno spreco di risorse hardware e presentava diversi problemi di sicurezza: Dal 2005 li contano Più di mille.

Tutti ne hanno un po ‘con Flash Player

Flash è nato nel 1996, ma è stato accettato nella famiglia Adobe solo nel 2005, dopo l’acquisizione di Macromedia che a sua volta ha acquistato il software FutureWare chiamato FutureSplash. Macromedia gli ha dato il nome Flash. Era un sistema di due parti: un editor di grafica e animazione e un lettore software.

Flash era una piattaforma in grado di creare animazioni ma anche app e giochi per il settore mobile, oltre che per il web sotto forma di Rich Web Application, che oggi sono quasi appannaggio di HTML5. Poteva gestire testo, vettori o grafica raster, nonché flussi audio e video, ed era in grado di ricevere input da mouse, tastiere e persino videocamere e microfoni.

Era uno strumento flessibile ma anche estremamente fragile, dal momento che il suo declino era in gran parte il risultato di vulnerabilità scoperte e sfruttate mentre era in atto, al punto che anche il Computer Emergency Preparedness Team statunitense che si occupa di analizzare e monitorare le minacce informatiche, L’ho introdotto nel 2010 Tra i potenziali rischi legati alla navigazione web.

READ  Halo Infinite verrà lanciato ufficialmente nell'autunno del 2021

Steve Jobs è stato uno dei suoi più grandi critici Che è stato scritto nel 2010 Lettera aperta (PDF) Il che spiega perché Apple ha abbandonato Flash.

Fondamentalmente c’erano ragioni per il consumo di risorse della piattaforma progettata per i computer, poiché il mondo si muoveva verso dispositivi mobili più efficienti dal punto di vista energetico. Ma anche quelli relativi alla proprietà intellettuale di Adobe su Flash. Jobs ha scritto:I nuovi standard aperti creati nell’era dei dispositivi mobili, come HTML5, conquisteranno i dispositivi mobili (e persino i computer). Adobe dovrebbe probabilmente concentrarsi maggiormente sulla creazione di ottimi strumenti HTML5 per il futuro e meno sul criticare Apple per aver lasciato il passato alle spalle.. “

Debole come se piovesse. Tutti abbandonano il flash

Il 2010 può essere considerato l’anno della “reazione ad Adobe Flash”, perché Il 2009 è stato l’anno in cui è iniziata l’escalation delle vulnerabilità nella piattaforma.

Primo fra tutti è il click hijacking, che ha dato agli aggressori la possibilità di attivare silenziosamente il microfono o la webcam di un computer, ma soprattutto la vulnerabilità zero-day CVE-2009-1862 – segnalata anche dalla US Homeland Security – che Ciò potrebbe causare l’arresto anomalo del sistema e consentire agli aggressori di assumere il controllo del computer.

Nel 2015, Flash è stato integrato in un kit di strumenti per il crimine che consentiva tre tipi di attacchi, Uno di loro stava usando annunci falsi.

Nello stesso anno, L’attacco demoniaco alla società di sorveglianza italiana Hacking Team Ha messo strumenti nelle mani dei criminali informatici di tutto il mondo per sfruttare altre tre vulnerabilità in Adobe Flash. La storia ha causato così tanto caos che ha convinto Mozilla a bloccare Flash su Firefox e ha portato il capo della sicurezza informatica di Facebook, Alex Stamos, a dire le seguenti parole:È ora che Adobe annunci una data di fine per la sessione Flash e chieda ai browser di chiudere i battenti lo stesso giorno. “

READ  Sono in corso le celebrazioni per il quinto anniversario e nuovi annunci sono all'orizzonte

Alla fine del 2015, un altro exploit Flash Zero-Day è stato utilizzato durante il Collezione Russian Storm Pawn Da pubblicare E-mail di phishing nelle caselle di posta di vari ministri degli esteri in tutto il mondo.

Da solo, il 2015 ha contato 329 vulnerabilità flash. È stato il suo anno peggiore e ha iniziato un recente calo. L’annuncio ufficiale della fine del supporto di Adobe per Flash arriverà solo nel 2017. In questa comunicazione ci sarà anche una data di fine specifica: 31 dicembre 2020.

Flash Player muore il 31 dicembre 2020. Cosa succede ai browser?

Ultimo aggiornamento di Flash Player Era l’8 dicembre 2020 per tutte le regioni geografiche tranne la Cina continentale.

Nella nota che accompagna l’ultima versione del software, è stato ricordato che a partire dal 31 dicembre 2020 Adobe Flash Player non sarà supportato, e A partire dal 12 gennaio 2021, non sarà più possibile riprodurre contenuti Flash in Flash Player. Adobe “consiglia vivamente a tutti gli utenti di disinstallare immediatamente Flash Player, per proteggere la sicurezza dei loro sistemi”.

Firefox 84, Che è stato rilasciato il 15 dicembre, sarà l’ultima versione del browser a supportare Flash, che è Verrà chiuso completamente con l’arrivo di Firefox 85 il 26 gennaio 2021.

Nella sua roadmap, The Chromium Project, il cuore di Google Chrome, ha indicato che Flash sarà contrassegnato come obsoleto e Non verrà caricato sulle pagine a partire da gennaio 2021. Con l’arrivo di Chrome 88, Flash sarà una vecchia memoria.

Sebbene Edge ora abbia lo stesso core Chromium di Google, Microsoft lo ha deciso Lascia una certa responsabilità per la fine del flash nelle mani di Windows.

READ  86 offerte Amazon Cyber ​​Monday 2020: aspirapolvere robot, cuffie con cancellazione del rumore, felpe e altro

Edge 88 Tuttavia, smetterà completamente di supportare Flash nel gennaio 2021E, oltre al sistema operativo, tramite Windows Update chiamato specificamente “Aggiorna per rimuovere Adobe Flash PlayerTuttavia, le API che regolano il comportamento di Flash su Windows verranno eliminate solo nell’estate del 2021. Ti invitiamo a continuare a leggere. Questa pagina (In inglese) di Microsoft.

Safari, il browser di Apple, ha dimenticato Flash e non è stato in grado di riprodurne i contenuti Già dalla versione 14 lanciata nel 2020 con macOS 11 Big Sur.

È ancora utilizzato dal 2,5% dei miei surfisti

La fine di Flash era già stata anticipata con la proliferazione di HTML5 e le opzioni degli sviluppatori che intrappolavano la vecchia piattaforma Adobe in un angolo.

Tuttavia, al fine di soddisfare la sua roadmap sulla fine del supporto flash, Chromium Ha anche creato un grafico Mostra la percentuale di utenti che incontrano una pagina con Flash Player almeno una volta nella loro navigazione quotidiana: 2,5%, ma fortunatamente il trend sembra in calo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *