Top News

Le ultime notizie sul coronavirus. Negli Stati Uniti sono stati vaccinati 9,3 milioni di americani, un numero record di vittime in 24 ore: 4.500

Ristorazione ai conservatori e al governo: è richiesto il ristoro in loco

Cessare le misure restrittive “inique e discriminatorie” per la categoria dell’emergenza economica e “fornire un risarcimento immediato per i danni derivanti da chiusure e restrizioni”. E ‘quanto hanno inviato con lettera ai governatori e ministri dell’Economia e dello sviluppo economico Roberto Gualtieri e Stefano Patanelli le associazioni regionali della ristorazione che aderiscono all’Associazione TNI, associazione che rappresenta più di 40.000 imprenditori. La lettera affermava che il governo “non ha sentito il grido di avvertimento di migliaia di lavoratori, professionisti e uomini d’affari che sono stati sopraffatti da uno stato di crisi senza precedenti a causa delle restrizioni imposte alle loro attività. Le azioni del governo si sono rivelate tardive, ingiuste e totalmente inadeguate”. Inoltre, secondo il sindacato, “mentre i rinfreschi forniti finora hanno già portato benefici alle aziende, nulla è stato pianificato per sostenere noi piccoli imprenditori e le nostre famiglie”. I ristoratori affermano come negli ultimi mesi “abbiamo adattato le nostre attività alle emergenze sanitarie, con maggiori sacrifici economici, adottato rigorosi protocolli sanitari e implementato processi sanitari complessi, registrato ogni cliente e concordato una significativa riduzione dell’orario”. Ma tutto questo non ha portato a risultati: “Nessuna azione correttiva è stata tentata, e non sono state dimostrate capacità analitiche e progettuali dai provvedimenti presi dal governo, che si è mostrato sordo al grido di migliaia di lavoratori”. Per questo il sindacato ha deciso di inviare una lettera ai governatori, chiedendo “un intervento forte e tempestivo”: occorre “liberalizzare immediatamente le attività del settore dai vincoli in atto che hanno ormai accomunato gli imprenditori del settore, i loro dipendenti ei loro fornitori. Uno stato di disperazione”. Immediato risarcimento dei danni causati da chiusure per evitare ulteriori fallimenti e suicidi “.

READ  Hungary gives its first vaccine a day before the European Union launch

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *