Top News

“Se Conte vuole le elezioni avrà un futuro da professore” – Corriere.it

La domanda è come aprire il confronto e chi lo farà. Perché il resto è già scritto, basta Il tiro alla fune è estenuante tra RenziChi usa tattiche di partita per lasciarla scoraggiare da Conte, Conte usa la tattica del carciofo Scaricare una ad una le armi di Renzi contro il suo governo. Quindi, se il leader IV descrive in dettaglio, da un lato, come il ragno aspetta dopo aver intrecciato la ragnatela che la mosca finisca al suo interno, dall’altro il Presidente del Consiglio avverte che non arriverà a Colle se non dopo un accordo formale per il numero 3, altrimenti preferisco andare in Parlamento. Tra di loro c’è Cinquestel e i DemocraticiEsaurito da mediazioni fallite e avvisi non validi. E se ancora non sappiamo chi e come aprire il confronto, assicuriamoci che Palazzo Chigi abbia allertato i blocchi parlamentari e che Renzi abbia cancellato un viaggio a Parigi come aveva previsto martedì prossimo. Il vertice tra Conte e i capi delegazione sul piano di ripresa non sarà oggi decisivo, perché Renzi lo ha rilanciato su Mes: il presidente del Consiglio ci ha detto di no, perché non ci ha risposto. La convocazione dell’amministrazione servirà allo Stato Maggiore del Partito Democratico, partito coeso attraverso il quale c’è grande malcontento. Già ieri mattina i segnali indicavano una situazione di stallo nei negoziati. All’improvviso Italia Viva si isola: Sono stati saltati i contatti con il Pd, con i grillini e ovviamente con Palazzo Chigi, visto che solo la nuova bozza del piano di ripresa e avviso che il vertice di governo si svolgerà tra ventiquattro ore. Un messaggio dall’interno o dall’esterno, seguito da un monito di Bettini che ha fatto capire che non mancava molto, che il presidente del Consiglio non si poteva toccare e che se qualcuno si sciogliesse sarebbe stato il Parlamento e poi gli elettori a decidere se Conte doveva lavorare al servizio della Repubblica.

READ  “Ho avuto il linfoma di Hodgkin e ora sono guarito” - Corriere.it

Stanno cercando di spaventarci insieme ai leader, è stata la spiegazione di Renzi ai leader del suo partito: se il premier vuole contare in Parlamento e poi andare alle elezioni, vuol dire che per lui in futuro ci saranno solo lezioni universitarie. La politica continuerà. Ora forniremo la risposta che meritano. Quindi ho pubblicato una nota Conte è pregato di lasciare l’agente per i servizi, Precisiamo che le visite di William Barr a Roma, il procuratore generale dell’amministrazione Trump riunitosi nell’estate del 2019 – al di fuori di ogni protocollo – dovrebbero essere chiarite con gli 007 italiani. Attaccare il premier dando la caccia all’oscura vicenda del Russiagate che da tempo aveva acceso indiscrezioni sui rapporti tra il presidente statunitense uscente e Giuseppe, era indice che il leader del quarto non era disposto a piegarsi alle richieste della nascita del conte 3.

Questo approccio ha messo in imbarazzo il Partito Democratico, poiché c’era malcontento per il modo in cui il primo ministro si era mosso la sera prima dopo i pericolosi eventi di Washington. Dicono che il Partito Democratico ha dovuto esercitare un’enorme pressione sul Primo Ministro per commentare rapidamente le violenze a Capitol Hill. E nel silenzio di palazzo Chigi, è stato subito il titolare della Difesa Guerini a prendere posizione, Prima che il Pd chiedesse alla Farnesina di rilasciare un comunicato. Ma io – ha risposto de Mayo – aspettavo Conte. E quando finalmente è arrivata la nota del presidente del Consiglio – dopo il funzionario per gli affari esteri – i democratici erano perplessi: un altro idiota, come la notte della vittoria di Biden … il fatto che Conte ieri sera non abbia detto niente, più sugli incidenti negli Stati Uniti – come richiesto ieri: La7 Vice Segretario Democratico Orlando – Scavare un solco di scetticismo e scetticismo tra i democratici sui motivi che hanno portato Conte a resistere al mantenimento del mandato nei servizi. La mossa di Renzi mette solo sale sulla ferita, perché il leader della IV ha sottolineato come gli eventi a Washington attestano che la sicurezza nazionale è una questione centrale. Non si può fare a meno di notare che nel suo commento agli eventi americani, Conte non ha menzionato le responsabilità di Trump. Questo è il motivo per cui i fidati sostenitori dei nazareni di radici non Rinnet hanno maledetto la scorsa notte: ci siamo lasciati sopraffare da Matteo anche in questo. E Matteo stava ancora annegando nel colpo: che responsabilità mi porto se fossero vicini a Conte, che è con Trump in politica estera. Devono solo fare un selfie con lui e Pojo sulla Brexit e possono fondare il Popular Social Party. Se questa è un’alleanza …

READ  È stato trasportato in mare aperto dalla Corrente Atlantica

8 gennaio 2021 (modifica l’8 gennaio 2021 | 07:36)

© Riproduzione riservata

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *